*Linux Guide - Accorgimenti per Ubuntu

Accorgimenti per Ubuntu

1. Aprire una finestra di dialogo da Superuser per eseguire programmi

Probabilmente sapete già che premendo Alt + F2 viene aperta una finestra di dialogo per il lancio di programmi e applicazioni. Qui è possibile digitare qualsiasi nome di programma per eseguirlo - spesso utilizzato per eseguire gconf-editor, che non ha ottenuto una voce di menu, per esempio.
Tuttavia, se si digita gksu in una finestra di terminale (senza null'altro), appare una finestra di dialogo simile, ma questa volta vi permetterà di eseguire il programma come utente root
È possibile abbinare il comando gksu ad un tasto di scelta rapida (forse Maiusc + Alt + F2) in Sistema → Preferenze → Scorciatoie da tastiera, in modo da mostrare rapidamente la finestra di "superuser".

2. Installare i pacchetti rapidamente con GDebi

Si tratta di una applicazione grafica per la installazione di pacchetti che avete scaricato manualmente. Tenta di risolvere le dipendenze con il repository ed è una caratteristica molto utile. Sebbene sia conosciuto per via della sua interfaccia grafica, funziona perfettamente da linea di comando
sudo gdebi pacchetto.deb
e conserva la capacità di risolvere le dipendenze. Basta provarlo e non sentirete più la necessità di usare ancora il comando dpkg-i.

3. I trucchi di cd

Sono sicuro che anche gli esperti della bash, occasionalmente si schiaffeggiano la fronte dicendo "Wow! Non avevo mai saputo che si poteva fare!". Recentemente ho appreso due trucchi per il comando cd (change directory) che non avevo saputo fino ad ora.
Digitando cd si torna alla propria directory / home (vale a dire l'equivalente di cd ~). Digitando cd - si passa all'ultima directory che si è richiamata prima della attuale.

4. Fermare i processi rapidamente con PKILL

Per interrompere un processo si sono sempre usati i comandi kill o killall con ps | aux per scoprire i numeri / nomi dei processi in atto. Tuttavia il comando pkill risparmia molto lavoro -- pkill firefox, per esempio, cercherà nell'elenco dei processi quello chiamato firefox e lo interromperà (ovvero invierà un SIGTERM ).
pstree è anch'esso un utile comando e mostrerà tutti i processi in un arrangiamento a forma di albero

5. Personalizzare Gnome con Gnome Control Center

Per coloro che hanno difficoltà a rinunciare alla loro abitudine a Windows, e che vogliono un Pannello di controllo ben organizzato, devono prendere in considerazione l'impiego di gnome-control-center per soddisfare le proprie esigenze di configurazione del sistema. Aggiungere un collegamento sul desktop a questo programma sarà in grado di aiutare i neofiti a prenedere confidenza con Ubuntu, offrendo loro un ambiente familiare come quello di Windows, per evitare di costringerli a esplorare il menu di sistema.

6. Lanciare velocemente LibreOffice

Se si utilizza spesso OpenOffice.org, si potrebbe rimanere frustrati per il tempo necessario al suo caricamento. Per aggirare il problema, andate in

Sistema → Preferenze → Avvio applicazioni

e aggiungete una nuova voce. Nel campo di immissione comandi, digitate libreoffice-nodefault-nologo.. Poi riavviate il sistema. Questo farà sì che LibreOffice.org sia caricato nella cache all'avvio del desktop Gnome, in modo che avviare qualsiasi applicazione LibreOffice in futuro, avverrà in una frazione di secondo.

7. Eliminate il disordine nel vostro disco

Avete poco spazio sul disco? Provate a digitare, nella finestra del terminale, i seguenti comandi:

sudo apt-get autoremove

e poi

sudo apt-get clean

Il primo comando rimuove qualsiasi dipendenza inutilizzata (ridondante) dal sistema.
Il secondo elimina tutti i file della cache. Entrambi sono innocui. Su un sistema che sia stato aggiornato diverse volte, utilizzando questo sistema, si potrebbe giungere a liberare più di un gigabytedi spazio. (Confrontate prima e dopo utilizzando il comando df-h.)

8. Scoprite le estensioni mancanti dei file

Vi è stato inviato un file senza l'estensione? Nessuna idea di che tipo di file sia? (Gli utenti Mac sono particolarmente colpevoli nel considerare facoltative le estensioni dei file). Provate il comando file. Basta specificare il nome del file subito dopo.

9. Non dimenticate le Man Pages

Controllate queste interessanti, ma non troppo lette, man pages: intro - una guida per principianti alla linea di comando; hier -- un elenco della gerarchia del filesystem; builtins -- mini man pages per comandi vari che non hanno le proprie man pages (comprese quelle di pushd, popd e dirs,).

***

Indice | Torna in alto