Salta il menu
*Linux Guide

Panoramica Filesystem

Se siete utenti Linux, vi sarà stato chiesto almeno una volta se volevate usare Ext3, Ext4, XFS, ReiserFS, Btrfs, o un altro dei tanti filesystem disponibili. Questa scelta confonde sia i nuovi utenti che quelli un po' più scafati e, come per tutti i software, le opzioni cambiano con l'avanzare della tecnologia. Probabilmente la maggior parte della gente non si cura di sapere quale file system usa, così come non si interroga se sia veloce, sicuro o altro. Ma cosa sanno in effetti del loro file system?
Questa guida tenta di spiegare le differenze che ci sono tra le opzioni più conosciute e offre i pro e i contro di ogni scelta.

Ext2
Ext2 è il filesystem più vecchio per Linux. È stato il filesystem predefinito per la maggior parte delle prime distribuzioni Linux. Nonostante sia stato soppiantato dalle versioni più recenti 3 e 4, ext2 è ancora popolare in dispositivi USB e memorie a stato solido. Ciò è dovuto al fatto che è sprovvisto di funzione journaling, quindi avvia pochi processi di scrittura e lettura sul dispositivo, estendendone di fatto, la vita.
Uso raccomandato: Dischi USB/Stato solido, o in ogni caso in cui abbiate bisogno di elevata stabilità con minime scritture/letture.
Ext3
La più grande differenza tra ext2 ed ext3 era l'introduzione del journaling. In breve, i filesystem journaling sono intesi a recuperare il sistema in modo più aggraziato, quando si verifica un crash. Ogniqualvolta abbiate dubbi su quale filesystem usare per Linux, ext3 è quasi sempre la scelta migliore. E' maturo, molto ben supportato e contiene tutte le dotazioni di cui potreste avere bisogno per il vostro sistema desktop.
Uso raccomandato: Se non avete specifiche richieste per un altro file system, ext3 è una scelta eccellente.
Ext4
Il più recente dei filesystem ext, ext4 include molti importanti miglioramenti rispetto a ext3 come il supporto ad un vastissimo file system, controllo velocizzato, timestamp in nanonsecondi e verifica del journal attraverso il checksums. E' retrocompatibile e compatibile con le versioni 2 e 3, quindi potete montare un filesystem ext2 o ext3 come ext4. Potreste comunque perdere alcuni dei benefici della nuova versione, quando venga montato come una versione più vecchia. Molte delle distribuzioni Linux più moderne offrono il supporto a ext4 durante l'installazione ed alcuni lo usano di default.
Uso raccomandato: Ext4 dovrebbestabile a sufficienza per le necessità desktop e server. Se la vostra distribuzione offre l'opzione per questo filesystem, dovrebbe essere la scelta migliore per quasi ogni necessità.
ReiserFS (Reiser3)
Prima di ext3, ReiserFS è stato il solo filesystem journaling per Linux. E' notevole per la sua capacità di ridimensionare al volo il filesystem. In alcuni casi in cui sono coinvolti molti piccoli file, Reiserfs può surclassare ext3 con un margine considerevole. Reiser3 ha alcuni problemi.
Uso raccomandato: Interagire con piccoli file su un sistema a singolo core.
Reiser4
Reiser4 è proteso alla soluzione dei problemi incontrati con la versione precedente. Le prestazioni sono state migliorate, particularmente con i file di piccole dimensioni ed include il supporto per plugins per gestire cose come la compressione e la criptazione. Reiser4 ha un futuro incerto. Non è stato accettato nella main line del kernel Linux, il suo ideatore e sviluppatore è in prigione e la compagnia di sviluppo, non è attualmente sul mercato. Reiser4, se completato e riordinato, potrebbe essere un filesystem veloce e molto utile, ma finchè non prenderà piede nel kernel Linux, non rappresenta una buona scelta per usi duraturi e futuri.
Uso raccomandato: Quale sistema di testing e sviluppo di filesystem
XFS
XFS è colmo di belle dotazioni come il ridimensionamento online e può teoricamente supportare filesystems di oltre 8 exabytes di dimensioni. E' stato usato su Linux fin dal 2001 ed è disponibile come alternativa nelle fasi di installazione in molte distro Linux. Con dimensioni dei block variabili, potete sintonizzare il vostro sistema in modo scalabile per una maggior efficienza degli spazi o per migliorare le prestazioni di lettura.
Uso raccomandato: Se volete veramente espandere il vostro sistema, per soddisfare le vostre necessità, XFS è una grande opportunità.
Btrfs
Btrfs è ancora in sviluppo e potrebbe essere non pronto per un uso server. Detto ciò, è stato inserito nel kernel Linux ed è disponibile come una opzione di installazione in alcune distribuzioni. Alcune delle caratteristiche più interessanti comprendono la compressione trasparente, snapshots, clonazione ed una conversione sul posto (con rollback) da ext3 e 4. Btrfs, una volta completato e maturo, sarà un tenace competitor nel mondo dei filesystem per Linux, sia su desktop che su server.

***

Indice | Torna in alto