*Linux Guide

Julex

Premessa

Di tutte le distro che abbiamo avuto il piacere di provare, JULEX è stata finora la peggiore, quella che più ci ha deluso se escludiamo dal novero BESTIX che, a suo favore, ha un aspetto grafico di certo più "godibile".
Derivata da Knoppix e munita del kernel 2.4.26, è una distro ausraliana che non può in alcun modo adattarsi ad utenti inesperti e poco anche ad utenti più scafati.
Pur essendo stata sviluppata con l'intento di offrire un sistema operativo a vecchi computer, è talmente spartana e poco amichevole da riuscire in parte inutile. Solo utilizzi minimi possono rendere questa distro soddisfacente e comunque di approccio molto poco intuitivo. E' una distro potenzialmente adeguata, ma per come si presenta, lo è molto poco.
Nei nostri test non siamo stati in grado di configurare nulla che riguardasse il Desktop Manager in quanto i comandi sono disabilitati, non siamo riusciti a catturare schermate di nessun genere per l'assenza di uno strumento dedicato (che invece abbiamo trovato in altri sistemi parigrado) e per l'impossibilità di farlo tramite linea di comando (il comando "import" non funziona) e non siamo stati in grado di reperire nessun tipo di strumento grafico.
Siamo spiacenti di enfatizzare il nostro giudizio negativo su questa distro, ma non siamo riusciti a reperire qualcosa che potesse farci cambiare opinione.

Tempi di caricamento

La distro si avvia in tempi assai brevi ed in linea con distribuzioni parigrado, ma dalle caratteristiche ben diverse. 3 minuti dal momento dell'avvio della macchina al completamento del caricamento.

Ambiente grafico ed Aspetto

Come tutte le distro munite di DE minimalisti come FluxBox, anche in questa distro l'aspetto grafico è asciutto e sobrio. Sono del tutto assenti icone sulla scrivania e il tutto si limita alla barra principale ed alla multiscrivania. Lo sfondo mostra un suggestivo pennacchio fumoso di una cima vulcanica.
Le finestre delle applicazioni attive, mostrano un aspetto molto stringato e assolutamente privo di decorazioni grafiche.

Reattività del sistema

Dato che il sistema si attiva interamente da CD, la reattività ai comandi non è delle più esaltanti. Il disco viene riavviato ad ogni lancio di applicativi od a seguito di azioni che ne richiedano il riavvio. Sostanzialmente è un sistema discretamente usabile e reattivo.

Dotazioni software

JULEX ha una dotazione software veramente ridotta all'osso, composta per di più da strumenti poco conosciuti e del tutto poco intuitivi. Se escludiamo gli strumenti per il Web di grande diffusione e familiarità presenti nel sistema, gli altri sono semi-sconosciuti. Colpisce in modo negativo la totale assenza di strumenti per la grafica ad eccezione di un visualizzatore di immagini scarsamente dotato come "gqview". Anche l'assenza di adeguati strumenti per ufficio non depone certo a favore di questa distro. Siamo perfettamente consci del fatto che questa distro sia dedicata a computer datati, ma altre distro pur avendo gli stessi obiettivi offrono strumenti e programmi di buon livello per il soddisfaciento di moltissime esigenze.

Connessione al web

Abbiamo provato a configurare l'accesso al web e malgrado che il tutto avvenga in forma testuale, è una operazione intuitiva.
Occorre aprire il menu principale, cliccare sulla voce "JULEX", quindi sulla voce "Control Panel" e poi, nella finestra di quest'ultimo, sulla voce "Dial". Si clicca poi sulla voce "Config" e si seguono i passaggi elencati sotto.
- Nella prima schermata occorre inserire il numero di telefono per l'accesso
- Nella seconda schermata occorre scegliere se vogliamo un modem con impulsi o toni, vale la pena di lasciare tutto come offerto e cliccare su OK.
- Poi occorre scegliere il sistema di login (PAP) e basta cliccare su OK
- Quindi bisogna inserire l'UserID
- Poi occorre inserire la password
- Il sistema procede al riconoscimento del modem e se tutto è andato a buon fine ...
- ... è possibile procedere alla connessione vera e propria cliccando su OK.

Usare JULEX

Usare questo sistema non è facile e nemmeno intuitivo. Per poter effettuare le operazioni necessitanti occorre per forza accedere al menu principale, data l'assenza di una qualsiasi icona che consenta il lancio degli applicativi di più largo uso. Per poter accedere al menu principale, basta cliccare con il tasto destro del mouse su un punto qualsiasi della scrivania. Elenchiamo quindi le voci presenti in questo menu.

  • Teminal : per accedere al prompt della shell in qualità di utente generico
  • DRIVES : per visualizzare tutte le periferiche applicate al pc
  • Firefox : per lanciare il noto browser web
  • Terminals : per lanciare terminali di vario genere compreso quello con privilegi di Root
  • SYSTEM : per lanciare il gestore delle partizioni QTParted
  • Net : il capitolo più ricco, comprendente Network Card Configuration, VNC, Gaim, Samba, XChat, gFTP
  • Editors : per lanciare l'editor Scite
  • File Utils : per accedere al filemanager Rox
  • Multimedia : per lanciare Alsamixer o XMMS
  • Viewers : per lanciare il visualizzatore di immagini GQView
  • X-utils : per lanciare xfontsel
  • Office : per lanciare esclusivamente xcalc
  • Fluxbox menu : per la configurazione di Fluxbox, ma molte voci sono disabilitate
  • SYSTEM MONITOR : per visualzzare le prestazioni del sistema
  • JULEX :per accedere al pannello di controllo (Control Panel), per riavviare il pc (Reboot!), per spegnere il computer (Shutdown!).

Conclusioni

Non nascondiamo la nostra opinione negativa su questo sistema. Riteniamo che sia un prodotto largamente migliorabile tenendo conto delle esigenze degli utenti.

Le note positive sono:
  • Velocità di caricamento del sistema
  • Reattività del sistema
Le note negative sono date da :
  • Interfacciamento grafico troppo scarno.
  • Impossibilità di utilizzare le periferiche di immagazzinamento (CD, DVD)
  • Scelta della lingua limitata all'inglese
  • Molto difficoltosa l'installazione di altri programmi
  • Distro sconsigliata a utenti novizi o casuali
  • Dotazione esageratamente limitata dei software.
Julex

La distro non esiste più

Indice | Torna in alto