*Linux Guide

GnoMint 2

> > English Version < <

Premessa

Quando uscì la prima versione di GnoMint ne fui entusiasta e la installai subito. Gli utenti di questa Distro ne sono stati subito ammaliati e il progettista è stato quindi spinto a rimettere le mani sul progetto, affinando e potenziando le prestazioni della distribuzione.
Il fine principale, almeno credo, sia quello di integrare al meglio Gnome 3 Shell con la base Linux Mint, con soluzioni che si distaccano notevolmente da quelle ormai intraprese dalla distro ufficiale.
Devo dire, con molto piacere, che Pedro (lo sviluppatore) ha completato un lavoro gigantesco e...alle soglie della perfezione!
Se la versione ufficiale di Linux Mint 12 è un ottimo prodotto, tale da convertire ad esso molte migliaia di utenti delusi da Ubuntu 11.10, ebbene GnoMint 2 è un prodotto migliore, senza se e senza ma!
E' un piacere quindi, recensire questa nuova release artigianale ed in quanto unica e "fatta a mano", un vero gioiello dell'arte italiana.
Vi invito a seguirmi nella mia esposizione.

*

Scheda tecnica

  • Nome:GnoMint
  • Versione: 2
  • Tipologia: live/installabile
  • Orientamento: Desktop
  • Architettura: i686/x86-64
  • Derivazione: Linbux Mint 12
  • Desktop environment: Gnome 3 Shell
  • Kernel: Linux gnomint 3.0.0-15-generic
  • Requisiti minimi di sistema: Processore ad almeno 1 GHz, 1024 MB di RAM, Lettore ottico o porte USB, Scheda grafica per una risoluzione di almeno 800x600 (preferibilmente con accelerazione grafica)
  • Ciclo di rilascio: Quando pronta
  • Metodo di aggiornamento: Update Manager, Synaptic, APT

Test

Il mio test è avvenuto in sola sessione Live senza installazione su un PC con queste caratteristiche. Tutte le componenti hardware e le periferiche applicate, sono state riconosciute e configurate al meglio.
Nella schermata di boot non ho avuto necessità di modificare le impostazioni e nemmeno durante il caricamento

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = a 1024x768, poi modificata con successo a sistema caricato
  • Opzione lingua italiana = OK
  • Opzione tastiera italiana = OK
  • Automount dei dispositivi = OK

Opzioni e Tempi di caricamento

Le Opzioni di avvio sono le seguenti:

  • Avvia Gnomint - per avviare il sistema con le impostazioni predefinite
  • Avvia Gnomint (Modalità compatibile) - Per poter avviare il sistema in presenza di schede grafiche particolari
  • Controllo integrità DVD
  • Memory Test
  • Avvia da disco locale - per avviare dal sistema alloggiato nel disco fisso

Non sono previste azioni con i tasti F1...F12. La schermata di caricamento è originale e bella. Si tratta di uno sfondo nebuloso a toni di grigio con al centro il logo della distribuzione, su cui ruota rapidamente un cerchio tratteggiato e sfumato che indica la fase di caricamento del sistema. Una bellezza! Non sono comunque necessarie configurazioni intermedie.
L'avvio del server grafico è del tutto regolare, senza tentennamenti ed il desktop environment si mostra nella sua bellezza senza essere preceduto da splash di alcun genere.
La distribuzione completa il suo caricamento in un tempo del tutto in linea con quello offerto da distribuzioni parigrado. Circa 2 minuti.

Installazione

L'Installer grafico è quello tipico di Linux Mint/Ubuntu e non presenta alcuna difficoltà nemmeno per un pubblico di principianti. Nell'arco di una quindicina di minuti l'installazione si conclude, ma questo dipende dalle scelte dell'utente, che potrebbe scegliere di aggiornare il sistema online ed allungare quindi la durata dell'installazione.
Per una dettagliata esposizione dell'installazione, rimando il lettore alla recensione di Linux Mint 12.

Ambiente grafico ed Aspetto

GnoMint 2 è una distro graficamente eccellente. Il desktop environment, come dice il nome stesso della distribuzione, è Gnome, nella versione 3 Shell. La scrivania è pulita, ma con dotazioni differenti da quelle offerte dalla versione ufficiale.
Anzitutto la presenza di un Conky particolarmente carino e ben disposto, allieta gli occhi dell'utente che può contare su una sorveglianza allargata sul proprio sistema. Le icone presenti sono sempre le medesime, con l'aggiunta di quella dell'installer.
Il pannello superiore è quello tipico di Gnome 3 con l'aggiunta di una applet Meteo al centro. Poi alla sinistra dello schermo è presente un dock estraibile, molto carino che raccoglie tutte le applicazioni preferite, configurate nella dash. E' un bell'attrezzo che però crea qualche difficoltà se si deve usare il puntatore del mouse proprio nell'area della sua estrazione. Il pannello dei messaggi è al suo posto e se ne vede la presenza solo a scrivania vuota.
Il Menu principale è una bellezza ed una inclusione ottima, pratica e utile. Si tratta di un menù molto ben fatto, ben suddiviso, sobriamente colorato e facile da usare. E' strana la presenza del logo di Ubuntu. Come mai?
Le Finestre delle applicazioni sono molto ben decorate, con un tema non consueto, ma comunque ben usabile. I pulsanti di gestione delle finestre si trovano a destra.
Le opzioni 3D sono disponibili e attivate grazie ai driver nouveau, per i possessori di schede nVidia.

*

Dotazioni software

Gnomint è una distribuzione disponibile in forma di immagine ISO di oltre 1.3 GB e queste dimensioni gli consentono di racchiudere in se moltissimi pacchetti e numerose applicazioni per gli usi più svariati. Esporrò un elenco parziale di quanto offerto da questa distribuzione, ma di certo va detto che le scelte dello sviluppatore sono molto interessanti.
Le versioni di questi pacchetti sono molto aggiornate e stabili.

Le necessità di Ufficio sono soddisfatte alla grande con la suite LibreOffice al completo.
La Grafica non manca del gigantesco GIMP in versione 2.7 a schermata unica. gThumb gestisce le immagini, SimpleScan permette di usare con profitto il proprio scanner ed Evince consente di sfogliare file PDF e PS.
Internet e Rete sono una categoria che Gnomint supporta al meglio con aMule per il file sharing, assieme a QBitTorrent. Anche la gestione dei file in remoto viene garantita da DropBox. Le mail sono gestite da ThunderBird, mentre con un colpo di classe e fuori dal comune, lo sviluppatore ha incluso Opera Browser al posto di FireFox. Pidgin, XChat IRC e Skype completano la dotazione relativa alla comunicazione real-time.
Multimedialità adeguata con Brasero per masterizzare CD e DVD, Cheese per usare la webcam, Clementine (si avete letto bene!) per la propria discoteca, VLC per i film di ogni genere e Totem di cui non si capisce la presenza. Naturalmente i codecs multimediali sono tutti presenti e pronti per un divertimento a 360°
L'Altro Software è rappresentato da una galassia di tante piccole/grandi applicazioni e strumenti, tra cui vorrei citare Tomboy per le note sul desktop, SimplyLightdm Manager per cambiare sfondo della schermata di login, APTonCD per il backup delle applicazioni, Super Boot Manager per gestire il boot loader

La Gestione dei pacchetti è quella tipica, con APT da Terminale, Software Center e Synaptic. L'Update Manager gestice gli aggiornamenti dei pacchetti.
Le impostazioni di sistema sono ben supportate con il classico Centro di Controllo, con dconf e con le impostazioni avanzate di Gnome Shell Insomma GnoMint è una signora distribuzione, per tutti e per ogni necessità.

*

Usabilità

L'usabilità di GnoMint non è minore a quella di Mint 12, anzi, si può affermare che sia almeno uguale, se non migliore. Colpisce la presenza del Menù principale che facilità di molto l'uso della distribuzione. E' uno strumento ben fatto, in cui le varie voci sono ben fornite di testo esplicativo, non sempre in italiano.
il desktop è pulito, ma con quel tocco di utilità dato da Conky, che oltre alla sua perfetta integrazione, permette di tenere sott'occhio una distribuzione che potrebbe richiedere al PC molte risorse.
Il supporto alla lingua è pressoché completo.
La Reattività in sessione live è più che buona e la latenza ai comandi è assai contenuta. Nel mio test ho usato il player musicale, prendendo i brani dal disco fisso. Ho usato GIMP per modificare le immagini di questa recensione, ho usato Opera per provare la resa grafica della stessa recensione ed ho aperto svariato software per vederne le caratteristiche. Il tutto senza attese e senza tentennamenti.
La Dotazione software è di primo pregio e rende la distro uno strumento tuttogiorno/tuttigiorni, senza trascurare l'intuitività e l'accessibilità. Un sistema operativo veramente al top.

*

Consumi e Prestazioni

GnoMint è una distribuzione che non si adatta a computer datati, ma le sue richieste di prestazioni non sono più elevate delle distribuzioni Linux oggi di maggior rilievo. Nel mio test ho usato il sistema in Live e con le seguenti applicazioni in funzione:
- Opera Browser
- Gedit
- Clementine
La CPU mostrava un impegno del 31% delle sue capacità, con un consumo di RAM di 470 MB di RAM senza impiego della Swap. Sono richieste del tutto supportabili dai computer attuali o lievemente datati.

*

Pregi

  • Base Linux Mint molto collaudata e solida
  • Grande adattamento di Gnome 3
  • Usabilità e dotazione software
  • Supporto alla lingua italiana pressoché totale
  • Ottima scelta del software

Difetti

  • Consumi di risorse che escludono i computer con un pochino di anni alle spalle

Perché usare questa distro

  • Per avere un sistema in italiano pronto e completo
  • Per entrare nel mondo Linux in carrozza e senza problemi

Links utili

Conclusioni

E' difficile entrare nel voluminoso e pletorico parcheggio delle distro Linux. Occorrono sapienza, soluzioni originali e utili, decisione, scelte adeguate e molta volontà. GnoMint racchiude in se queste dotazioni e si vede.
La distro mostra stabilità, usabilità, intuitività, amichevolezza, facilità d'uso e un pizzico di italianità che ne fanno una distro che potrebbe piacere moltissimo al pubblico mondiale, specialmente quello anglosassone.
Usare GnoMint è un battito d'ali, senza inciampi, è divertente, affidabile e bello a vedersi. Che cosa si può volere di più e di meglio?

Indice | Torna in alto