*Linux Guide

gOS 3.0

Premessa

Tra i sistemi operativi derivati da Ubuntu che hanno destato molta attenzione negli ultimi mesi presso l'intera utenza Linux a livello mondiale, figura gOS, un sistema inizialmente concepito per netbook come il famoso EeePC ed ora fornito anche in versione adatta a computer normali.
Mi accingo a recensire la versione 3.0 di questo sistema ed ecco cosa può offrire questo sistema di certo interessante.

Nome e Tipologia

gOS 3.0 è un sistema operativo Linux live/installabile, orientato al desktop, derivato da Ubuntu 8.04, per architetture i686 ed indicato per ogni tipologia di utenza, dal principiante all'utente esperto.
Kernel : 2.6.24-19-generic

Test

Come sempre il test è avvenuto in seduta Live, senza installazione - sebbene questa sia possibile - su un laptop BenQ R23E. Tutto l'hardware e le periferiche abbinate, sono stati opportunamente riconosciuti e configurati.
Non sono state impostate variazioni ai dati di avvio.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = OK
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = NO
  • Opzione lingua italiana = OK
  • Opzione tastiera italiana = OK
  • Automount dei dispositivi = OK

Opzioni e Tempi di caricamento

Dopo il riavvio del pc si accede ad una schermata grafica nella quale sono presenti solo due opzioni di avvio :
- Ty gOS without any change
- OEM Install
Ancor prima di potere agire su qualsiasi opzione, viene offerto il lungo elenco delle lingue supportate, tra cui l'italiano, e basta scorrere con i tasti freccia, per scegliere quella desiderata.
I tasti funzioni disponibili sono i soliti delle distro Ubuntu-based :

  • F1 - Help
  • F2 - Language
  • F3 - Tastiera
  • F4 - Modalità grafica
  • F5 - Accessibilità
  • F6 - Altre Opzioni

Dopo avere scelto la lingua italiana, ho solo premuto il tasto Invio per avviare il processo di caricamento. Questo viene mostrato da una schermata grafica con opportuna e visibile barra di caricamento.
Non sono necessarie configurazioni intermedie ed il server grafico viene caricato regolarmente, ma la risoluzione offertami era quella errata.
Ho quindi atteso che tutta la scrivania si fosse completata ed ho quindi sfruttato lo strumento messo a disposizione dal sistema per correggere in pochi click la risoluzione.
Il sistema ha richiesto poco più di due minuti per giungere a completo caricamento.
Il desktop environment non viene preceduto da alcuna splash.

Ambiente grafico ed Aspetto

Il gestore dell'ambiente grafico è GNOME in versione 2.22. Lo sfondo della scrivania è dominato dal verde in varie tonalità mescolate con eleganti linee curve. Le icone sul desktop sono appena 3 (gos's Home, Installa, Trash) e sono bene definite. La Deskbar si trova nella parte alta dello schermo e, a partire da sinistra, mostra l'icona del menu principale e il pager a due desktop virtuali. Alla destra c'è il pulsante delle widget, l'applet di connessione, l'applet del volume audio, l'orologio con data e l'applet del cestino.
In basso dovrebbe mostrarsi una sorta di dock disponibile solo a chi possiede macchine con schede grafiche accelerate, strumento che io non possiedo, ma questo non mi ha impedito di usare correttamente il sistema.
Alla destra dello schermo sono presenti delle widget preimpostate (caricamento della batteria, connessione wireless, meteo, calendario).
Il menu principale è suddiviso in categorie e sottocategorie ed è facilmente utilizzabile. Sintetizza in un elenco solo, quello che in Ubuntu è suddiviso in tre menu diversificati. A me è sembrato troppo semplificato, ma si usa bene.
Le finestre delle applicazioni hanno decorazioni vaporose e un po' somiglianti a quelle del MacOS X. Hanno angoli arrotondati e sono di aspetto piacevole.
Non ho reperito strumenti che consentano l'abilitazione degli effetti 3D di Compiz.
In linea generale si può dire che gOS sia un sistema graficamente carino e semplice, ma richiama alla mente altri sistemi operativi come openSUSE e MacOS X.

Il desktop di gOS

Dotazioni software

gOS è un sistema operativo che fa estesamente uso dei servizi di Google e tra le sue dotazioni ci sono alcuni di questi strumenti e collegamenti a questi servizi.
Per le necessità di Ufficio è presente la suite OpenOffice.org.
Per la Grafica si hanno a disposizione strumenti come Picasa per la gestione e la piccola manipolazione delle immagini. Non manca il potente GIMP, OpenOffice.org Draw e XSane per le scansioni.
Per Internet e la Rete ci sono strumenti conosciuti come Firefox per la navigazione nel web, GMail e Thunderbird per la gestione della posta, Pidgin per la messaggeria, Skype per telefonare.
La Multimedialità è garantita dal lettore CD audio, da MPlayer, da Brasero per la masterizzazione.
Sono poi previsti i giochi tipici di GNOME e anche la compatibilità con i programmi di Windows è favorita dalla presenza di Wine ed i suoi strumenti di configurazione.
Le impostazioni e le preferenze da applicare al sistema sono garantite dagli strumenti tipici di Ubuntu/GNOME e ogni aspetto del sistema operativo, può essere efficacemente adattato alle specifiche esigenze.
L'Installer è quello di Ubuntu e sulla sua semplicità ed affidabilità, non c'è altro da aggiungere.
Concludendo si può dire che gOS aggiunge poco a quello offerto da un sistema Ubuntu basico, ma la presenza di Synaptic permette una espansione smisurata.

Il menu di gOS

Usabilità

Il sistema gOS è organizzato bene e già con l'avvio della sessione live si capisce che lo sforzo per rendere il sistema facile e usabile, non è mancato.
La scrivania è abbastanza ordinata e colpiscono le widget poste alla destra, ma non c'è nulla che possa confondere l'utente.
Nel menu principale ogni voce è adeguatamente provvista di messaggio contestuale che indica la finalità del programma abbinato.
Il supporto alla lingua italiana è eccellente e poche voci del menu sono rimaste in inglese.
Il sistema anche in versione live ha una reattività buona, sebbene non sia particolarmente scattante.
Le dotazioni software sono adeguate ad un uso "normale" del sistema, ma niente di più e si intuisce bene la dipendenza del sistema stesso dalla presenza di una adeguata connessione al web.
In linea generale il sistema ha una intuitività elevata e anche un utente alle prime armi può sfruttare gOS in modo soddisfacente ed anche divertente.

Pregi

  • Derivata da Ubuntu
  • Aspetto carino e pulito
  • Offerta di strumenti di conoscenza popolare (Picasa, GMail ed altro)
  • Installer a prova di imbecille

Difetti

  • Eccessiva dipendenza del sistema dalla rete

Links utili

Conclusioni

gOS è un prodotto nato originariamente per computer molto specifici (netbook), ma la versione normale del sistema ha un grande pregio, quello di essere basato sul noto e affidabile Ubuntu. Con gOS si è voluto creare un sistema che soddisfacesse le richieste di molti utenti, compatibilità hardware, fruizione dei servizi di Google, compatibilità con gli strumenti di Windows, semplificazione e facilitazione.
Potrei definire gOS il sistema più vicino agli utenti Windows dopo Windows.

Indice | Torna in alto