*Linux Guide

OpenGeu 8.04.1

Premessa

Il progetto italiano OpenGeu si pone all'attenzione come il progetto più affidabile e spinto nell'abbinamento della solidità e diffusione di Ubuntu con uno dei DE più belli oggi disponibili, Enlightenment.
Da questo connubio nasce una distro inizialmente chiamata GeUbuntu e poi, per questioni di rispetto delle direttive di Canonical al riguardo dell'uso del nome Ubuntu, OpenGeu.
Valutare una distro del genere non lascia indifferenti sia per le caratteristiche strutturali della medesima, sia per l'impatto visivo che ne deriva.
Vediamo insieme, quindi, cosa ci si può aspettare da questa bella distribuzione tutta italiana.

Nome e Tipologia

OpenGeu 8.04.1 è una distribuzione Linux, live e installabile orientata al desktop, derivata da Ubuntu 8.04, per architetture i686 ed indicata per ogni tipologia di utenza. Si contraddistingue per bellezza e originalità estetica.

Test

Come al solito, il mio test è avvenuto in modalità live, senza installazione, su un laptop BenQ R23E. Ad un primo avvio con risoluzione schermo errata, ne è seguito un altro con modificazione dei parametri di avvio al fine di ottenere la risoluzione migliore, ma anche questo tentativo è fallito.
Ad un terzo riavvio, si è resa necessaria la modifica dei parametri di xorg.conf ed al termine di ciò, la risoluzione 1024x768 propria del mio laptop, è stata onorata. Per il resto tutte le periferiche e l'hardware sono stati adeguatamente riconosciuti e configurati.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = OK
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = NO
  • Opzione lingua italiana = OK
  • Opzione tastiera italiana = OK
  • Automount dei dispositivi = OK

Tempi di avvio e opzioni

Una volta avviato il sistema si accede ad una schermata semigrafica dove sono presenti le opzioni per l'avvio del caricamento, ma prima di procedere a questo, un lungo menu si mostra per offrire la scelta della lingua preferita. Naturalmente è prevista quella italiana, che io ho scelto. Quindi si ritorna alla schermata iniziale dove ci sono le seguenti opzioni :

  • Prova OpenGeu senza cambiare nulla o Installalo
  • Controlla i difetti del CD
  • Teste della memoria
  • Boot dal primo disco
Poi c'è la solita ridda di tasti funzione che possono essere usati per altri parametri:
  • F1 Aiuto
  • F2 Lingua
  • F3 Tastiera
  • F4 Modalità (grafica n.d.a.)
  • F5 Accessibilità
  • F6 Altre Opzioni

Io mi sono limitato a premere il tasto Invio per avviare il caricamento con le impostazioni di default.
Il caricamento viene opportunamente celato da una Boot Screen con barra di caricamento.
Dopo che anche il server grafico è stato attivato, speravo di ottenere la risoluzione schermo corretta, ma così non è stato. Ho quindi riavviato cambiando i parametri ed ho cliccato il tasto F4 scegliendo la modalità grafica sicura. Purtroppo ho ottenuto il medesimo risultato. Risoluzione massima disponibile 800x600.
Mi sono visto costretto a mettere le mani sul file di configurazione 'xorg.conf'.
Da terminale ho digitato :

sudo gedit /etc/X11/xorg.conf

Nel file ho cambiato le sezioni 'screen' e 'monitor' nel seguente modo:

Section "Monitor"
Identifier   "Failsafe Monitor"
Vendorname   "Generic LCD Display"
Modelname   "LCD Panel 1024x768"
Horizsyn   31.5-48.0
Vertrefresh   56.0 - 65.0
  modeline "640x480@60" 25.2 640 656 752 800 480 490 492 525 -vsync -hsync
  modeline "800x600@56" 36.0 800 824 896 1024 600 601 603 625 +hsync +vsync
  modeline "800x600@60" 40.0 800 840 968 1056 600 601 605 628 +hsync +vsync
  modeline "1024x768@60" 65.0 1024 1048 1184 1344 768 771 777 806 -vsync -hsync
Gamma 1.0
EndSection

Section "Screen"
Identifier   "Default Screen"
Device   "Failsafe Device"
Monitor   "Failsafe Monitor"
Defaultdepth   24
SubSection "Display"
  Depth  24
  Virtual  1024  768
Modes  "1024x768@60"  "800x600@60"  "800x600@56"  "640x480@60"
EndSubSection
EndSection

Ho salvato e riavviato X con la combinazione di tasti 'Ctrl+Alt+backspace' e tutto si è risolto.

Ambiente grafico ed Aspetto

OpenGeu è una bellezza di distribuzione grazie a Enlightenment, un WM eternamente in fase di sviluppo, ma dalla bellezza mozzafiato.
Lo sfondo della scrivania è costituito da un immanso campo erboso con un albero alla destra e all'orizzonte un sole splendente ed un cielo a varie tonalità. Il tutto è molto bello e suggestivo.
Su questo sfondo si stagliano le applet di :
- orologio
- batteria
- uso della RAM
- Temperatura del processore
- Data
- Cestino
Sono immagini molto belle e utili per un controllo costante del sistema.
In basso c'è il dock composto, partendo da sinistra, dal tasto del menu principale, dal tasto per il passaggio agli altri desktop, dal vassoio di sistema con tutte le applicazioni preferite, dal pager, dall'area di elencazione delle finestre aperte e dall'applet del controllo del volume audio.
Alla estrema destra ci sono le applet di rete e di spegnimento e riavvio.
Le finestre delle applicazioni sono magnificamente decorate con effetti di ombreggiatura molto eleganti, bordature nere e altre amenità.
Non si sente il bisogno del desktop 3D ed infatti non è prevista la sua implementazione.
A parte Elive, OpenGeu è il sistema graficamente più bello oggi in circolazione.

Il desktop di OpenGeu

Dotazioni software

OpenGeu è un sistema riccamente dotato sia di applicazioni per uso desktop che di strumenti per la configurazione e l'uso soddisfacente ed efficace del sistema stesso.
Il file manager è il leggero e potente Thunar e si possono effettuare le ricerche nel sistema con Catfish.
Si può giocare con i numerosi giochi offerti, si possono visualizzare le immagini con Exhibit, fare grafica Bitmap con GIMP, fare grafica vettoriale con Inkscape, effettuare scansioni di immagini con Xsane.
Si può gestire la posta con Claws Mail, telefonare con Ekiga, trasferire file con Filezilla, navigare con Firefox, messaggiare con Pidgin.
Dal lato della multimedialità si possono produrre e modificare filmati con Avidemux e Kino, estrarre brani musicali da CD con Extrackt, modificare tracce musicali con Hydrogen e Jokosher, masterizzare CD/DVD con Brasero, ascoltare musica con Rhythmbox, vedere film con Totem e film in Flash con Gnash.
Nemmeno le applicazioni d'ufficio sono state tralasciate con Gnumeric per i fogli elettronici e Abiword per testi complessi.
Insomma con OpenGeu si può fare praticamente tutto e la disponibilità di decine di strumenti di personalizzaziuone e configurazione, consente di produrre un sistema operativo veramente a misura di utente.

Il menu di OpenGeu

Usabilità

Sebbene la sua bellezza sia di esempio, OpenGeu ha una usabilità un pochino offuscata proprio dalla necessità estetiche. I menu sono in qualche modo poco leggibili per gli effetti sul testo e il vassoio di sistema ha un curioso effetto di sovrapposizione di testo quando si passa da una icona all'altra.
Alcuni pulsanti del dock sono privi di testo esplicativo che indichi cosa si ottenga con il loro azionamento.
Anche l'uso di menu contestuali raggiungibili con i due diversi pulsanti del mouse, non è facile da intuire e dato che la maggior parte dei sistemi ha menu contestuali raggiungibili con il solo tasto destro, è difficile supporre che con OpenGeu lo si possa fare anche con il sinistro.
Da un punto di vista prestazionale, il sistema è assolutamente efficiente anche in versione live.

Il pannello di controllo di OpenGeu

Pregi

  • Bellezza senza paragoni
  • Basata su Ubuntu
  • Ricchezza di dotazioni
  • Personalizzazione spinta

Difetti

  • Usabilità un po' sacrificata alla bellezza

OpenGeu all'opera

Links utili

Conclusioni

Che dire di questo sistema?
Usarlo per un po' e vedere le sue caratteristiche in modo approfondito, potrebbe rendere questo sistema il preferito da molti utenti.
Un plauso al team di sviluppatori che ha saputo rendere Ubuntu non solo fatto bene, ma anche molto bello da vedere.

Indice | Torna in alto