*Linux Guide

OzOS

Premessa

OzOS è un sistema operativo Linux poco conosciuto, ma contraddistinto da una dotazione particolare che si chiama Enlightenment. E' un sistema di cui ho sentito parlare per la prima volta nel forum internazionale di Dreamlinux. E' un derivato di Ubuntu ed è sviluppato da un gruppo di persone che hanno prodotto un sistemino niente male che vado ad illustrarvi.
Buona lettura :-)

Nome e Tipologia

OzOS è un sistema operativo Linux live/installabile orientato al desktop, derivato da Ubuntu, per architettura i686 ed indicato per utenti di media esperienza di sistemi Linux.
Kernel : Linux oz 2.6.24-16-generic #1 SMP

Test

Come sempre il test è avvenuto in sessione live senza installazione, su un laptop Acer Aspire 1300 (AMD Athlon XP 1600+ 1800 MHz, RAM 512 MB, scheda grafica integrata). Le periferiche e l'hardware sono stati adeguatamente riconosciuti e configurati. Non sono state necessarie modifiche ai parametri di boot per l'avvio del sistema.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = OK
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = OK
  • Opzione lingua italiana = OK
  • Opzione tastiera italiana = OK
  • Automount dei dispositivi = OK

Opzioni e Tempi di caricamento

Essendo una derivata di Ubuntu (versione 8.04), presenta all'avvio la consueta schermata semigrafica con diverse opzioni di boot:
  • Try OzOS without any change to your computer
  • Install OzOS
  • Controlla difetti del CD
  • Test della memoria
  • Boot dal primo disco

Sono presenti anche i noti tasti funzione :
- F1 Help
- F2 Lingua
- F3 Tastiera
- F4 Modalità (grafica ndr)
- F5 Accessibilità
- F6 Altre Opzioni
In ogni caso compare immediatamente il lungo elenco delle lingue supportate, tra cui l'italiano e con i tasti freccia, basta scorrere l'elenco per scegliere quella italiana. Questo determina anche il cambio automatico del layout di tastiera per quello italiano. Successivamente ho premuto il tasto Invio per caricare il sistema.
Il caricamento viene mostrato in modalità grafica, con la barra di caricamento che mostra l'andamento dell'operazione.
Non sono necessarie configurazioni intermedie e nel giro di circa 3 minuti si giunge alla scrivania, dopo che il server X viene caricato ed il Window Manager offre la sua interfaccia grafica, senza essere preceduto da alcuna splash di presentazione.
Il sistema giunge a caricamento completo nel giro di 3 minuti abbondanti.

Ambiente grafico ed Aspetto

I progettisti di questo sistema hanno voluto fare le cose in grande dotando la distro di un Window Manager elegante e ricco di effetti grafici di prima importanza, Enlightenment E17.
La scrivania è contraddistinta da uno sfondo scuro con colori caldi come svariate tonalità di marrone rossastro, con una sfera cristallina al centro con bellissimi effetti di traslucenza. Un insieme molto elegante.
Non ci sono icone sul desktop, ma un dock molto bello posto alla sinistra dello schermo, un elegante pager (a 5 desktop) posto nella parte superiore dello stesso ed un orologio analogico nell'angolo superiore destro con, al di sotto, la data completa. Niente altro. Il tutto è contraddistinto da grande bellezza ed eleganza.
Il menu principale, che si espone cliccando con il tasto sinistro del mouse in una area vuota dello schermo, è ben organizzato e di ottimo aspetto, come potete vedere dalle immagini sottostanti. Ottime icone accompagnano il testo e il passaggio del mouse sopra ogni singola voce, avvia un effetto di hovering di grande eleganza.
Le finestre delle applicazioni sono ben decorate, anche se molto semplici e sobrie.
Non ho trovato strumenti per la configurazione e attivazione di effetti tridimensionali, ma con Enlightenment non se ne sente assolutamente il bisogno.

Il desktop di OzOS

Dotazioni software

OzOS non è un sistema particolarmente dotato, ma le applicazioni per assolvere alle normali funzioni oggi richieste da un utente, sono del tutto sufficienti. Vediamole :
Ufficio : Abiword
Grafica : The GIMP per la grafica bitmap, GPicView per la visualizzazione delle immagini
Internet e Rete : Firefox per navigare nel web, Gajim per la messaggeria, Thunderbird per la posta, Transmission per i file Torrent, Wicd
Multimedia : Totem per musica e films
Altro : SciTE per l'elaborazione di testi semplici e per lo sviluppo
Il sistema può essere personalizzato attraverso una voce dedicata all'interno del menu principale. Il Pannello di Controllo permette di configurare molti aspetti del sistema.
L'Installer è quello di Ubuntu, per cui la installazione del sistema è quanto mai semplice e sicura anche per iniziandi.
Conclusioni
OzOS non brilla certo per la ricchezza di software, ma si può fare già molto con quello che viene offerto e se a questo aggiungiamo la presenza di Synaptic, è possibile allestire un sistema ricchissimo di tutte le applicazioni che l'utente ritiene di suo gradimento e necessità.

Il menu di OzOS

Usabilità

OzOS è un sistema bello, certo, ma Enlightenment non brilla di usabilità adeguata per utenti alle prime armi con sistemi Linux. La sua organizzazione è ottima per utenti scafati, ma di certo un utente abituato a Windows® potrebbe rimanere spaesato non riuscendo a capire come accedere al menu principale.
La scrivania è pulita e funzionale, ma le icone del dock non sono provviste di testo alternativo e/o esplicativo che indichi le finalità della singola icona. Diversamente il menu è provvisto di ottima organizzazione in sezioni e ogni voce è ben dotata di testo esplicativo di finalità.
La reattività del sistema anche in versione live è ottima e il tempo di latenza ai comandi impartiti, è accettabile.
La dotazione di applicazioni e strumenti lascia un pochino a desiderare, ma è più che sufficiente per usare il sistema in modalità live; una volta installato e con una oculata scelta del software attraverso Synaptic, si può ottenere un sistema veramente ricco e completo.
Purtroppo la intuitività generale del sistema, non è delle migliori e si può affermare che OzOS non sia un sistema da consigliare a principianti.
L'usabilità dell'installer è mitica e porta alla installazione della distro in poche decine di minuti.

OzOS

Pregi

  • Derivazione da Ubuntu
  • Bellezza e leggerezza

Difetti

  • Intuitività scarsa
  • Usabilità scarsa
  • Scarsa dotazione di software

Perchè usare questa distro

  • Per avere un sistema Ubuntu bello e d'effetto
  • Per avere un sistema Ubuntu leggero
  • Per avere modo di usare Enlightenment su una distro stabile
  • Per avere un sistema bello anche su pc di scarse dotazioni

Links utili

Conclusioni

Vale la pena di scaricare la ISO di questa distro e di installarla sul PC per avere un sistema operativo leggero, bellissimo e solido come Ubuntu. Certo ci si sarebbe aspettata una dotazione software di maggior ampiezza, ma OzOS live è un sistema principalmente dedicato alla installazione e solo dopo essa, il sistema potrà brillare di originalità, bellezza, ricchezza e leggerezza; quello che chiede la maggior parte degli utenti.
Complimenti agli sviluppatori.

Indice | Torna in alto