*Linux Guide

X-evian

Premessa

Dalla terra di Spagna giunge questa distribuzione basata su Ubuntu. A differenza del suo progenitore, X-evian offre qualcosa di diverso e di più ricco.
Ho scaricato e masterizzato la distribuzione e mi accingo a farne una recensione che vale la pena di leggere.

Nome e Tipologia

X-evian è una distribuzione Linux Live/Installabile basata su Ubuntu 6.10, orientata al desktop ed alla produzione multimediale. E' una distribuzione indicata a ogni tipo di utenza e per diversi ambiti di applicazione.

Opzioni e Tempi di avvio

Ho inserito il CD nel lettore ed ho riavviato il computer. La bootscreen è quella semigrafica tipica di Ubuntu con il nome della distro in alto e le opzioni classiche appena sotto. Ho effettuato la scelta della lingua italiana premendo il tasto F2 ed è comunque possibile effettuare altre scelte (risouzione video, tastiera ed altre). Ho premuto il tasto 'Invio' e la distro si è avviata mostrando la schermata di caricamento in versione solo grafica con la barra di scorrimento pendolare tipica di Ubuntu 6.10.
La schermata di caricamento di Xfce, il desktop manager di X-evian, mostra il topolino che lampeggia al centro dello schermo.
In un batter d'occhio si giunge alla scrivania che si carica di tutto in un attimo.
Dall'avvio del CD a sistema completo sono stati necessari circa 2 minuti.
Malgrado avessi scelto la configurazione per la tastiera italiana, tale configurazione non ha avuto successo.

Desktop di X-evian

Ambiente grafico e Aspetto

X-evian affida la gestione dell'ambiente grafico a Xfce nella versione 4.3.99.1 e questo fa si che la distro sia di scarse pretese nei confronti delle prestazioni del pc.
L'arrangiamento della scrivania assomiglia molto a GNOME, come potete vedere dalla immagine sottostante ed è una scelta che non condivido.
Xfce è carino per quello che è, non mi pare che fosse necessario stravolgerlo in questo modo. Comunque sulla scrivania compaiono 5 icone (escludendo 'Pioneer 10' che è la mia stick USB nella quale ho salvato l'articolo che ho scritto direttamente in X-evian con MousePad) e si riferiscono alla Home, al File System, al cestino, agli esempi di Ubuntu, ed all'installer.
Da un punto di vista utilitaristico la icona della Home e del cestino andrebbero poste rispettivamente nel dock e nella taskbar per evitare ogni volta di accedere alla scrivania per avere a che fare con essi.
La taskbar mostra il pager alla destra e l'icona d'accesso rapido al desktop sulla sinistra. Il dock mostra unicamente la voce 'Applications' per accedere al menu principale, l'icona per lanciare Firefox, l'orologio alla destra accanto alla icona per lo spegnimento del sistema.

Dotazioni software

X-evian è un sistema abbastanza ricco di applicazioni e, diversamente dal progenitore, ne ha aggiunte alcune e sottratte altre. Accedendo al ricco menu diviso in settori, abbiamo le seguenti dotazioni (le principali) :

  • Accessories
    • Appfinder per trovare le applicazioni
    • Xarchiver per creare archivi di dati compressi
    • Afburn per masterizzare CD/DVD
  • Development
    • Bluefish per la creazione di pagine web
  • Graphics
    • Blender per la produzione di filmati e file in 3D
    • GIMP per la grafica bitmap
    • GQview per la visualizzazione delle img
    • Inkscape per la grafica vettoriale
  • Multimedia
    • Cinelerra per la produzione di video
    • Pure data per la registrazione di suoni
    • XMMS per la musica
  • Network
    • aMule per il file sharing
    • Firefox
    • Gaim per la messaggeria istantanea
    • Wireshark per la gestione del wireless
    • XChat IRC per chiacchierare in rete
  • Office
    • Open Office.org Word processor
  • Other
    • Ettercap per la monitorizzazione degli attacchi
  • System
    • Synaptic quale gestore dei pacchetti
    • GParted per la gestione delle partizioni
    • Thunar quale File Manager

Si evidenzia una certa ricchezza soprattutto nei comparti grafico, multimediale e network, ma si sente la mancanza di un player multimediale serio come Totem (che è presente già in Ubuntu) e di altri strumenti per ufficio come un foglio elettronico.
Sono del tutto assenti i giochi e non è una scelta felice.

Menu di X-evian

Usabilità

X-evian è un sistema che trae radici ben solide e particolarmente orientate alla usabilità e quindi posso di certo affermare che sia un sistema usabile da ogni tipo di utenza, anche quella inesperta. Certo si sarebbero potute fare scelte diverse, come quelle di porre cestino e terminale a portata di mouse, o come quella di includere qualche gioco ed un player multimediale, ma quello che offre il sistema è utile ad un uso adeguato del computer anche in versione live.
X-evian può permettere l'uso di periferiche di stoccaggio (USB stick memory, CD-RW), ma non si addice al recupero di dati da sistemi in difficoltà, quindi lo si può usare anche in versione live producendo file memorizzabili, ma non consente di accedere ai dati in un sistema installato.
X-evian può essere installato attraverso un pratico e facile installer grafico che gestisce anche il partizionamento dell'hard disk.

Pregi

  • Usabilità
  • Compatibilità hardware
  • Ambiente grafico leggero

Difetti

  • Assenza di un player multimediale in presenza di strumenti per la produzione multimediale
  • Scarsa dotazione di programmi per ufficio
  • Rimozione dei giochi

Links utili

Conclusioni

X-evian è un buon sistema, in fondo deriva da Ubuntu, e può essere indicato ad utenti di ogni genere. La sua vocazione produttiva e multimediale necessita di un completamento, ma può soddisfare le esigenze di chi vuole creare qualcosa di artistico.
Con la uscita della versione 7.04 di Ubuntu, X-evian può avere un futuro entusiasmante.

La distro non esiste più

Indice | Torna in alto