Dreamlinux - Guida all'uso

Installazione

Dopo avere valutato Dreamlinux in versione Live si potrebbe desiderare di installarlo nel PC ed è proprio alla installazione che è dedicata questa pagina.

• Indice di questa pagina
  1. Requisiti di Sistema
  2. Il Partizionamento
  3. L'Installazione
  4. L'Installazione
  5. Primo avvio
  6. Configurazione post-installazione
Indice Generale

Requisiti di Sistema

Dreamlinux è un sistema operativo ottimizzato al punto da richiedere poche risorse per il suo avvio e il suo uso.
Vediamo quindi quali sono le dotazioni minime necessarie ad un uso adeguato del sistema.

Con queste dotazioni è agevolmente possibile installare ed usare Dreamlinux per un uso "normale" del sistema (Ufficio, Internet, Musica, Film). L'uso di programmi complessi come editor di grafica tridimensionale, editor di filmati ed editor musicali, richiedono dotazioni superiori.

Vediamo ora le dotazioni raccomandate per un uso divertente ed efficiente del sistema

Con queste dotazioni si può sfruttare al massimo Dreamlinux e godere delle fantastiche magie grafiche del desktop compositing e del 3D. Si potranno sfruttare tutte quelle applicazioni particolarmente orientate alla multimedialità, come l'editing audio/video, od alla grafica 3D.

Il Partizionamento

L'installazione di un qualsiasi sistema Linux prevede che il disco fisso del computer sia partizionato, ovvero che venga suddiviso in settori che accolgano le componenti del sistema installato e che rendano ottimale l'uso di un sistema Linux. Anche Dreamlinux prevede, per la sua installazione, che il disco fisso sia partizionato a dovere.

Idealmente sono sufficienti/obbligatorie due partizioni :
- Partizione di Root, nella quale viene insediato il sistema e il suo ile system
- Partizione di Swap, nella quale transitano i dati in aiuto alla memoria RAM
Tuttavia è possibile procedere ad un partizionamente più efficiente e utile :
- Partizione di Root
- Partizione /home, nella quale custodire i file di configurazione e personalizzazione, nonchè i file propri dell'utente (documenti, film, musica, disegni ed altro)
- Partizione di Swap
Il primo tipo di partizionamento è anche quello più semplice da eseguire, ma è quello che, in caso di reinstallazione o di cambiamento di sistema operativo, comporta automaticamente la completa distruzione dei dati, delle personalizzazioni e dei documenti.
Il secondo tipo di partizionamento è un pochino più complesso da fare, ma permette di avere in una partizione a parte tutte quelle cose che non si vogliono rifare/reinstallare in futuro.

2.1 Strumenti per il partizionamento

Dreamlinux mette a disposizione ben due strumenti per il partizionamento del disco fisso:
- GParted
- cfdisk
Il primo è uno strumento con interfaccia grafica che ha le capacità di gestire le partizioni del disco potendone modificare le dimensioni e il file system interno. E' uno strumento più adatto ai principianti.
Il secondo ha una interfaccia testuale ed ha prettamente funzioni distruttive, al fine di ripartizionare il disco dopo che ne sia avvenuta la formattazione. Non ha funzioni di ridimensionamento ed è uno strumento estremo e indicato ad utenza esperta.

2.2 Come partizionare il disco fisso

Vediamo ora come fare per partizionare il disco fisso, usando i due strumenti su elencati.

2.2.1 Partizionare il disco fisso usando cfdisk

Aprire il Terminale (Menu Principale --> Terminale) e digitare il seguente comando :
sudo cfdisk
Nella prima schermata (Fig.1) cfdisk mostra la tabella della partizione corrente con i nomi e alcuni dati riguardo ogni partizione. Nella parte bassa della schermata ci sono alcuni pulsanti di comando. Per cambiare partizione usare i tasti freccia su e giù. Per cambiare comando usare i tasti freccia sinistra e destra.

2.2.1.1 Cancellare una partizione

Per cancellare una partizione, evidenziarla raggiungendola con i tasti freccia su e giu e selezionare il comando
Delete
con i tasti freccia sinistra e destra e poi premere Invio (Fig.1).

L'interfaccia di cfdisk
Fig. 1 - Cancellare una partizione

2.2.1.2 Creare una nuova partizione

Per creare una nuova partizione (Fig.2), usare il comando:
New
(selezionarlo con i tasti freccia sinistra e destra), e premere Invio. Si deve decidere tra partizione primaria e partizione logica. In caso di una partizione logica, il programma automaticamente creerà prima una partizione estesa. Poi si deve scegliere la dimensione della partizione (in MB). Se non si riesce ad inserire un valore in MB, ritornare allo schermo principale con il tasto ESC e selezionare MB con il comando
Units

Creazione di una nuova partizione
Fig. 2 - Creazione di una nuova partizione

2.2.1.3 Tipo di partizione

Per impostare il tipo di partizione per Linux swap o Linux, evidenziare la partizione attuale e usare il comando (Fig.4):
Type

Selezionare il tipo di partizione
Fig. 3 - Selezionare il tipo di partizione

Si otterrà una lista di tipi differenti. Premere la barra spaziatrice e si otterranno altri tipi. Trovare quello che serve e immettere il numero relativo al prompt. (Linux swap è 82, i filesystem Linux dovrebbero essere 83)

I tipi di partizione
Fig. 4 - I tipi di partizione

2.2.1.4 Rendere avviabile una partizione

Con linux non c'è bisogno di rendere avviabile una partizione ma alcuni sistemi operativi lo richiedono. Evidenziare la partizione e selezionare il comando.
Nota: quando si installa su un disco fisso esterno allora una partizione deve essere avviabile:
Bootable

2.2.1.5 Scrivere sul disco i nuovi cambiamenti

Quando si sono impostati i cambiamenti è possibile scriverli usando il comando Write (scrivi). La tabella delle partizioni verrà scritta sul disco. Poiché la scrittura dei nuovi cambiamenti comporterà la distruzione di tutti i dati sulle partizioni che si sono cancellate o cambiate, occorre essere sicuri di voler fare ciò prima di premere davvero il tasto 'write'. (Fig.5)
Invio

Scrivere i cambiamenti
Fig. 5 - Scrivere i cambiamenti

2.2.1.6 Chiudere il programma

Per uscire dal programma, selezionare il comando Quit. Dopo essere usciti da cfdisk e prima di iniziare la formattazione o l'installazione, si dovrebbe riavviare il sistema in modo che Dreamlinux possa leggere la nuova tabella delle partizioni.

2.2.2 Partizionare il disco fisso con GParted

In Dreamlinux Live, GParted lo si può lanciare in qualità di Amministratore, quindi si deve aprire il Terminale (Menu principale --> Terminale) e si digita il comando:
sudo gparted
Il programma mostrerà la sua interfaccia grafica ed effettuerà una scansione delle periferiche.

2.2.2.1 Barra dei Menu
2.2.2.2 Creare una nuova partizione

Nella barra degli strumenti, il pulsante Nuovo consente di creare una nuova partizione, se è già stata selezionata una zona non allocata (Fig.8). Compare una nuova finestra che permette di scegliere la dimensione voluta, se la partizione deve essere Primaria, Estesa o Logica ed infine il tipo di filesystem.

Creare una nuova partizione
Fig. 8 - Creare una nuova partizione

In caso si sia commesso un errore si può utilizzare il pulsante Cancella per eliminare la partizione scelta oppure se non si è ancora applicato l'operazione si può utilizzare il pulsante Annulla.

2.2.2.3 Ridimensiona/Sposta

Quando si vuole ridimensionare una partizione selezionata (Fig.9), premere il pulsante "Ridimensiona/Sposta" e compare subito una nuova finestra. Utilizzare il mouse per ridurre (oppure aumentare) la partizione o se si preferisce, utilizzare le frecce.

Mobilizzare e/o ridimensionare una partizione
Fig. 9 - Mobilizzare e/o ridimensionare una partizione

Dopo che è stato dato il comando "Ridimensiona", occorre cliccare su "Applica" altrimenti nessuna operazione viene effettuata sull'hard disk.
A questo punto le operazioni prendono il via (Fig.10) e una nuova finestra mostra la progressione di queste operazioni. La durata delle operazioni dipende dalla nuova dimensione della partizione.

Operazione in corso
Fig. 10 - Operazione in corso

IMPORTANTE!
Dopo aver modificato la tabella delle partizioni, terminare la sessione e riavviare il sistema per consentire a Dreamlinux di leggere nuovamente la nuova tabella delle partizioni.

2.3 Ridimensionare partizioni NTFS

Il ridimensionamento di una partizione NTFS richiede il riavvio del sistema!
NON FATE NESSUNA OPERAZIONE SU QUESTA PARTIZIONE prima del riavvio oppure avrete degli errori.

2.4 Raccomandazioni

In linea generale si raccomanda di riservare al sistema Dreamlinux uno spazio di almeno 10 GB sul disco fisso. Questo spazio verrà occupato dal sistema in se, dai programmi nuovi che verranno installati dall'utente e dai file che l'utente inserisce nel sistema (documenti, musica, films, ecc.).
Naturalmente più è lo spazio disponibile, più sono i contenuti che possono essere inseriti e modificati.

Per quanto riguarda lo spazio da riservare alla memoria Swap, si può far riferimento ad un vecchio assunto, che afferma che la Swap deve essere almeno il doppio della memoria RAM disponibile. Tuttavia questo era vero quando la RAM disponibile era molto limitata (64/128 MB), ma ora nei moderni PC la memoria RAM è ben oltre il sufficiente e si può affermare che lo spazio da riservare alla Swap non dovrebbe essere superiore ad 1 GB.

NOTE e Ringraziamenti

La documentazione completa di GParted, completa anche riguardo al copiare le partizioni, si trova su sito di GParted Alcune parti di questa sezione riguardante il partizionamento, sono state redatte sulla base dell'ottimo Manuale di SIDUX che potrete consultare presso questo URL.

Proseguite con l'Installer

← Sistema Live | Interfaccia →

Indice | Torna in alto