Dreamlinux - Guida all'uso

MKDistro Easy Remaster

• Indice di questa pagina
  1. Introduzione
  2. Usare lo strumento
Indice Generale

Introduzione

*MkDistro LiveRemaster è una componente della suite di strumenti MkDistro, disegnata per costruire e rimasterizzare l'intera distro o i suoi moduli.
Il suo obiettivo è quello per cui sia possibile ad ogni utente, quando avvia Dreamlinux come LiveCD, di personalizzare la distro e generare una nuova immagine ISO che ricalchi la personalizzazione effettuata.
La principale motivazione nello sviluppo di questo strumento deriva dalla nostra comprensione del fatto che non tutti gli utenti possono apprezzare tutte le applicazioni che risiedono di default in Dreamlinux. Perciò, usando MkDistro LiveRemaster appropriatamente, ogni utente può installare e/o disinstallare applicazioni, configurare Engage, lo sfondo dello schermo, etc. secondo le sue volontà e, dopo essere soddisfatto delle personalizzazioni, generare una nuova immagine ISO di Dreamlinux, pronta da masterizzare.

MKDistro Live Remaster

Usare lo strumento

MkDistro LiveRemaster è estrememente semplice da usare e non richiede altre istruzioni se non quelle comprese nella sua interfaccia (Fig. 1).
Fondamentalmente, dovete solo fornire un nome alla nuova immagine ISO, nel box di immissione chiamato "Distro Name" e quindi selezionare una partizione dove la immagine viene realizzata, usando il mouse cliccando su una di quelle partizioni che vengono mostrate nel box di scelta a sinistra chiamato "Select a partition to remaster to" e cliccare sul bottone Select.
Notate che questo box scorrevole mostra tutte le partizioni esistenti sull'hard disk, così come informazioni sulla dimensione di ognuna di esse, lo spazio libero e il filesystem con le quali sono state formattate.
E' consigliabile scegliere una partizione che abbia spazio sufficiente alla nuova ISO rimasterizzata. Come pianificazione, considerate che un Live CD pienamente dotato occupa circa 700 MB. Ma voi avrete necessità del triplo di questi per avere la vostra immagine copiata non compressa, prima che questa venga compressa.
Naturalmente questo spazio potrà aumentare in base ai nuovi pacchetti che vorrete installare. Quindi per stare dalla parte del sicuro, vi raccomando qualcosa come 4 GB di spazio libero nella partizione.
Nel caso che non abbiate un hard disk partizionato, MkDistro LiveRemaster vi fornisce due strumenti differenti in modo che possiate partizionare o ripartizionare il vostro hard disk: Gparted and Cfdisk.
Gparted è una applicazione grafica che è in grado non solo di partizionare un hard disk vuoto, ma anche di ripartizionarlo nel caso vi siano già delle partizioni e di comprimere partizioni di Windows per ottenere spazio libero.
Cfdisk non può comprimere partizioni per fare spazio, essendo maggiormente diretto al modo distruttivo del partizionamento.
Tenete bene a mente ciò; se non conoscete bene come partizionare il disco, correte il rischio di danneggiare tutti i dati contenuti sull'hard disk.
Tutorials su come usare queste due applicazioni sono liberamente disponibili in Internet.

MKDistro Live Remaster
Fig. 1 Finestra principale di MkDistro LiveRemaster.

Se volete ripensare alle vostre scelte quando avete selezionato una partizione, potete riavviare dall'inizio con un semplice click del mouse sul pulsante Reread. Questa azione ripulisce tutti i campi e riavvia la lettura della tabelle delle partizioni Linux.
Il pulsante Cancel chiude l'applicazione, come anche l'opzione Exit del menu, ed anche il bottone di chiusura della finestra.
Il bottone Ok avvierà la rimasterizzazione della distro ed i processi di generazione della ISO, che saranno indicati da un messaggio e dalla barra di progresso che rimbalza tra i pulsanti Cancel ed Apply.
Le directories di lavoro, ad eccezione della stessa iso, una volta che i processi sono terminati, verranno cancellate dopo che la ISO sia stata generata.

Indice | Torna in alto