Salta il menu
*Guida Ubuntu 10.04 - Ufficio

< Home >

*

Ufficio

Ubuntu è dotato di diverse applicazioni preinstallate per uso ufficio, che rendono la distribuzione una ottima scelta per qualsiasi professionista. A queste dotazioni se ne possono aggiungere molte altre, disponibili nelle repositories del sistema operativo e installabili in pochi click.

Open Office

OpenOffice.org è la suite per ufficio preinstallata in Ubuntu. Vediamo le componenti presenti nel sistema.
OpenOffice.org Foglio di Calcolo
Il Foglio di Calcolo della suite OpenOffice permette di stilare delle raccolte dati, stilare delle classifiche o produrre documenti catalogati nello stesso modo con cui è possibile farlo con altri programmi commerciali. Si tratta di uno strumento importante per qualsiasi azienda od ufficio o negozio.
OpenOffice.org Presentazione
Presentazione della suite OpenOffice permette la produzione di presentazioni e slide illustrative per gli usi più disparati e permette l'implementazione di numerosi effetti grafici per la produzione di documenti moderni, belli, coerenti ed eleganti. LA produzione di una presentazione è molto semplice, ma con un indubbio aspetto professionale.
OpenOffice.org Word Processor
Il classico Word Processor è presente nella suite OpenOffice ed all'interno di questo importantissimo strumento, adatto a chiunque desideri creare documenti completi e dalla formattazione accattivante, sono inserite funzioni anche molto diversificate, come la possibilità di creare documenti per il web. OpenOffice.org Word Processor è uno strumento irrinunciabile per chi studia, per chi lavora e per chi deve scrivere.

Per i tre strumenti della suite OpenOffice.org, è disponibile una vastissima documentazione inline che l'utente dovrebbe consultare approfonditamente. Tuttavia sono disponibili vaste documentazioni anche online.

1. Altre Suite per Ufficio

1.1 KOffice

La suite KOffice è parte del progetto KDE ed è inteso a fornire le capacità di OpenOffice senza le restrizioni di licenza di OpenOffice. Può essere usata in qualsiasi edizioni di Ubuntu.
Installare:

sudo apt-get install koffice

1.2 AbiWord

AbiWord è un word processor veloce e abilitato alla collaborazione. Per le versioni più attuali visitate il sito di AbiWord. Per installare dalle repositories:

sudo apt-get install abiword

1.3 gscan2pdf

gscan2pdf è un pacchetto basato su GTK che include una interfaccia per il modulo di scansionamento sane, il modulo OCR ed i moduli per la scansione e la manipolazione (compresi rotazione, renumerazione e abbinamento) di file PDF.
Installare:

sudo apt-get install gscanpdf

1.4 flpsed

flpsed è uno pseudo-editor WYSIWYG PostScript1. "Pseudo" in quanto non è possibile rimuovere o modificare elementi presenti nel documento. Ma flpsed vi permette di aggiungere linee arbitrarie di testo a documenti PostScript 1. Le righe aggiunte possono poi essere modificate con flpsed. Usando pdftops, che è parte di xpdf è possibile convertire documenti PDF in PostScript ed anche aggiungere testo ad essi. GsWidget fa ora parte di flpsed.
flpsed è rilasciato sotto licenza GPL.

Caratteristiche:
  • Aggiungere testo arbitrario ai documenti PostScript
  • Rieditazione del testo aggiunto con flpsed.
  • La struttura principale dei documenti non può essere modificata. flpsed permette solamente di aggiungere altro testo
  • Righe di testo possono essere importate da altri documenti modificati da flpsed
  • Importazione ed esportazione di PDF. Quindi può essere usato come editor PDF
Installare flpsed in Ubuntu

sudo apt-get install flpsed

1.5 Pdftk

Pdftk è un semplice strumento per fare le cose di tutti i giorni con i documenti PDF. Tenetelo bene in evidenza nel vostro desktop e usatelo per:

  • Unire documenti PDF
  • Dividere pagine PDF in nuovi documenti
  • Ruotare pagine e documenti PDF
  • Decriptare secondo le necessità (è richiesta la password)
  • Criptare secondo le necessità
  • Produrre form PDF con FDF Data o XFDF Data e/o Flatten Forms
  • Applicare un Watermark o un Foreground Stamp
  • Applicare metadati, segnalibri ed etichette ai PDF
  • Aggiornare i metadati PDF
  • Attaccare files alle pagine od ai documenti PDF
  • Scomporre gli allegati PDF
  • Trasformare un documento PDF in pagine singole
  • Decomprimere e ricomprimere pagine
  • Riparare PDF corrotti (se possibile)
  • Pdftk consente la manipolazione dei PDF facilmente e liberamente. Non richiede Acrobat e funziona su Windows, Linux, Mac OS X, FreeBSD e Solaris.
Installare pdftk in Ubuntu

sudo apt-get install pdftk

Esempi
  • Unire due o più PDF in un nuovo documento

    pdftk 1.pdf 2.pdf 3.pdf cat output 123.pdf

  • Dividere pagine selezionate da PDF multipli in un nuovo documento

    pdftk A=one.pdf B=two.pdf cat A1-7 B1-5 A8 output combined.pdf

  • Ruotare la prima pagina di un PDF di 90 gradi in senso orario

    pdftk in.pdf cat 1E 2-end output out.pdf

  • Ruotare le pagine di un intero documento PDF di 180 gradi

    pdftk in.pdf cat 1-endS output out.pdf

  • Criptare un PDF usando 128-Bit Strength (quello di Default) e Withhold All Permissions (quello di Default)

    pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foopass

  • Stesso come sopra ad eccezione della richiesta di una password per aprire il PDF

    pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foo user_pw baz

  • Stesso come sopra con il permesso alla stampa (dopo che il PDF è aperto)

    pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foo user_pw baz allow printing

  • Decriptare un PDF

    pdftk secured.pdf input_pw foopass output unsecured.pdf

  • Unire due file, uno dei quali è criptato (l'Output non è criptato)

    pdftk A=secured.pdf mydoc.pdf input_pw A=foopass cat output combined.pdf

  • Decomprimere pagine PDF in streaming per modificare il codice PDF in un editor di testo

    pdftk mydoc.pdf output mydoc.clear.pdf uncompress

  • Riparare una tavola XREF corrotta di un PDF

    pdftk broken.pdf output fixed.pdf

1.6 Pdfedit

La completa modifica dei documenti PDF è resa possibile con PDFedit. Potete cambiare sia oggetti PDF raw (per utenti esperti) o usando funzioni predefinite. Le funzioni possono essere facilmente aggiunte, dato che sono basate su degli scripts.

Installare Pdfedit in Ubuntu

sudo apt-get install pdfedit

1.7 PDF in GIMP

Installare krita usando il seguente comando:

sudo apt-get install krita

Aprite GIMP ed aprite il documento PDF che volete modificare. Per documenti a pagine multiple, è meglio modificare una pagina alla volta.
Effettuate i necessari cambiamenti al documento. Salvatelo come file Gimp XCF. Chiudete il documento, aprite l'immagine risultante in Krita.
Satmpatela in PDF con Krita. Andate in File → Stampa, quindi scelgiete Print to PDF. Nella stessa finestra di dialogo, definite la destinazione e date un nome al documento stesso.

1.8 PdfMod

PDF Mod è una semplice applicazione per modificare documenti PDF. Potete riordinare, ruotare e rimuovere pagine, esportare immagini da un documento, modificare il titolo, il soggetto, l'autore e le parole chiave e combinare i documenti con il drag and drop.

Installare PdfMod in Ubuntu

sudo apt-get install pdfmos

1.9 PDF in Inkscape

Un editor grafico vettoriale Open Source con capacità simili ad Illustrator, CorelDraw, o Xara X, che fa uso del formato di file Scalable Vector Graphics (SVG).
Inkscape supporta molte dotazioni SVG avanzate (markers, clones, alpha blending, etc.) e molta attenzione viene posta nel produrre una interfaccia adeguata.
Installare Inkscape in Ubuntu

sudo apt-get install inkscape

1.10 Estensione di importazione PDF per Openoffice

L'estesnione PDF Import vi consente di importare e modificare i documenti PDF.

Caratteristiche
  1. Gli attributi del testo come font family, font size, weight (bold, not bold), stile (italic, not italic) sono importati con il rispettivo testo
  2. Mantiene l'aspetto dei font. Quando un file PDF usa un font non installato sul vostro sistema, il font è rimpiazzato con quello più somigliante
  3. Converte immagini e grafica vettoriale
  4. Ogni linea di un paragrafo è convertita in un oggetto testuale
  5. Importa file PDF protetti da password
  6. Supporto per colori e bitmaps
  7. Il Background rimane dietro agli altri elementi

Installazione su Ubuntu
Scaricate l'estensione PDF Import per openoffice da qui

1.11 PDF-Shuffler

PDF-Shuffler è una piccola applicazione python-gtk che aiuta l'utente a unire o dividere documenti PDF ed a ruotarli, ritagliarli e riarrangiare le loro pagine usando una interfaccia grafica interattiva e intuitiva. E' un frontend per python-pyPdf.

Installare PDF-Shuffler in Ubuntu

sudo apt-get install pdfshuffler

2. Gestore di informazioni personali

10.2.1 Kontact Personal Information Manager

Kontact è il PIM di default incluso in Kubuntu. Kontact include email, una rubrica, un calendario, reminders, note pop-up, un link a lettore Akregator News/RSS, cronologia, e altro. Se sue funzioni principali assomigliano a quelle di MS-Outlook. Attraverso dei connettori si interfaccia con i groupware servers (come Kolab ed eGroupware).
Installare:

sudo apt-get install kontact

2.2 Mozilla Sunbird (Calendario)

Sunbird è un calendario all'interno della famiglia di applicazioni Thunderbird e Firefox ed è compatibile con server ICS, CalDAV e WCAP.
Installare:

sudo apt-get install sunbird

Può essere installato anche un pacchetto conosciuto come SeaMonkey Calendar.

sudo apt-get install mozilla-calendar

Può essere installato anche un pacchetto conosciuto come IceApe Calendar.

sudo apt-get install iceape-calendar

2.3 BasKet Note Pads

BasKet Note Pads è una applicazione per prendere delle note personali che risiedono nel vostro computer e che possono essere usate per produrre un elenco di "cose da fare". Ottimo per raggruppare i vostri impegni. Installatelo:

sudo apt-get install basket

2.4 Planner (Project planning & gestione)

Planner è simile a MS-Project per pianificazione e gestione.
Installare:

sudo apt-get install planner

2.5 Time Tracker

Potete tenere traccia del tempo in cui viene usata una applicazione con TimeTracker. Controllate o semplicemente limitate il vostro uso di Internet.

3. Software finanziario

Per una breve introduzione leggete questo articolo, 10 Linux financial tools (in inglese).

3.1 GnuCash (Gestore di finanza personale)

GnuCash è un gestore di finanza personale libero, open source, con licenza GPL. E' basato su GTK (Gnome 2). Può essere installato da file sorgente (visita il sito per le istruzioni alla installazione) o come pacchetto:

sudo apt-get install gnucash

3.2 KMyMoney (Gestore di finanza personale)

KMyMoney è un gestore delle finanze personali che usa un account a doppia entrata. E' simile a MS-MyMoney ed Intuit QuickBooks. È disegnato per il desktop KDE.
Installare:

sudo apt-get install kmymoney2

3.3 Moneydance (Gestore di finanza personale)

Moneydance è un gestore personale di finanze commerciale, multipiattaforma, basato su Java, simile a KMyMoney.

3.4 SQL-Ledger (Gestore di finanze di impresa)

SQL-Ledger ERP è un programmatore e pianificatore di risorse d'impresa libero, open-source, indipendente dalla piattaforma (inventario, ordini di lavoro e acquisti, tasse, ecc.) che usa il servere database SQL (PostgreSQL/Oracle/Mysql). Usa un browser web come interfaccia e si può accedere ad esso in remoto. E' estremamente facile da usare e disponibile in molte lingue.
Installare:

sudo apt-get install sql-ledger

3.5 WebERP (Gestore di finanze di impresa)

WebERP è un pianificatore di risorse libero, open-source simile a SQL-Ledger ed usa un browser web come una interfaccia. Funziona su server server LAMP. È talvolta difficile da implementare e usare, ma strettamente conforme alle linee guida. Configurate prima il vostro server LAMP, quindi installate usando le istruzioni presenti nel sito.

3.6 Phreebooks (Gestore di finanze di impresa)

Phreebooks è un pianificatore di risorse libero, open-source simile a WebERP. Anch'esso funziona su server LAMP.

3.7 Quasar (Gestore di finanze di impresa)

Quasar è una suite di account proprietaria, basata su Linux e simile a Quickbooks. Per un utente singolo senza punti vendita o necessità di rete, è gratuita. Un installer per sistemi basati su KDE è qui.

4. Groupware

Soluzioni Groupware includono calendari condivisi, server email di gruppo, elenchi di indirizzi di gruppi, progetti di gruppo e messaggeria interna. Richiedono (uno o più) servers con LAMP o simili.

4.1 Groupware Servers

I Groupware servers sono intesi per operare in una piattaforma server. Dovete prima installare la versione server di Ubuntu/Ubuntu. Leggete la pagina dedicata ai Server.

4.1.1 Kolab

Kolab è la soluzione open-source groupware più diffusa ed è distribuzita come soluzione multi-piattaforma. (Si integra facilmente con Ubuntu (comprendendo Evolution) e KDE/Kubuntu (comprendente Kontact).) E' libera ed open source con una licenza GPL (diversamente da altre soluzioni groupware), ma è disponibile anche un supporto per enterprise. È scalabile in ampie organizzazioni ed è compatibile con Outlook (MS-Exchange) e Mozilla. E' un pacchetto in tedesco e la documentazione in inglese è occasionalmente limitata. Il sito di Kolab fornisce le proprie istruzioni per Installare da sorgente. La versione 2.2 include l'interfaccia web Horde. In breve:

  • Installare il compiler ed altri strumenti necessari:

    sudo apt-get install build-essential

  • Creare una directory per l'installazione di Kolab e rendetela universalmente accessibile:

    sudo cd /
    sudo mkdir /kolab
    sudo chmod 777 /kolab

  • Optionale: Se volete montare kolab nella sua partizione, create una nuova partizione (usando Gparted, per esempio). Configurate come dispositivo la vostra partizione extra:

    sudo fdisk -l

    Dovrebbe essere qualcosa simile a /dev/sda3.
    Montate /dev/sda3 (o qualunque sia la partizione) come /kolab modificando /etc/fstab:

    sudo nano /etc/fstab

    aggiungendo la riga:

    /dev/sda3 /kolab ext3 defaults,rw 0 0

    Riavviate e assicuratevi che non ci siano errori
  • Create una directory in cui scaricare kolab:

    cd /tmp
    mkdir /kolabtmp

  • Scaricate tutti i files di Kolab:

    cd /tmp/kolabtmp
    wget -r -l1 -nd --no-parent http://files.kolab.org/server/release/kolab-server-2.2.2/sources/

  • Installare Kolab (come root usando sudo -s):

    sudo -s
    sh Installare-kolab.sh 2>&1 | tee kolab-Installare.log

  • Riavviate il vostro sistema
  • Fermate i servizi di Kolab e lanciate la utility di configurazione:

    sudo /kolab/bin/openpkg rc all stop
    sudo /kolab/sbin/kolab_bootstrap -b

    Ovviamente dovreste conoscere tutti i dettagli, come il nome del vostro host (che potete determinare da hostname -f), i dettagli del dominio, ecc., prima di effettuare questo passaggio. Se non avete familiarità con le basi di OpenLDAP e LDAP, dovreste impararle, dato che Kolab usa il demone server slapd OpenLDAP.
  • Riavviate tutti i servizi di Kolab:

    sudo /kolab/bin/openpkg rc all start

  • Fate il Login nella interfaccia web dell'amministratore usando "manager" e la password che avete configurato per la configurazione di avvio:

    https://vostrohost.vostrodominio.name/admin

4.1.2 Citadel

Citadel è una soluzionegroupware totalmente open source (compatibile con Kolab) con una struttura radicata in sistemi di bollettini ed è quindi molto facile da usare. Le istruzioni alla installazione sono disponibili sul sito.

4.1.3 eGroupware

eGroupware è una robusta soluzione groupware stabile, libera e open source (con licenza GPL) basata su LAMP (il server predefinito incluso con Ubuntu Server) ed il server mail Postfix (che dovrebbero essere installati per primi). Egroupware fornisce una installazione semplificata e la più breve configurazione disponibile tra tutte le soluzioni groupware.

sudo apt-get install egroupware

4.1.4 Open-Xchange

Open-Xchange è una soluzione groupware proprietaria (intesa quale sostituzione di MS-Exchange) che dispone di una "community edition" basata sulla soluzione commerciale. Le istruzioni per la installazione sono sul sito e non sono semplici.

4.1.5 Zarafa

Zarafa è la soluzione leader in Europa per la sostituzione di MS-Exchange. È proprietaria, ma è stata rilasciata una edizione libera, open source e con licenza GPL (eccetto per il marchio). Le istruzioni per il download sono disponibili nel sito.

4.1.6 Zimbra

Zimbra è una soluzione groupware proprietaria che offre una "community edition" open source. Sebbene libera, la community edition è limitata nelle dotazioni e non ha una licenza GPL. Tutte le modifiche e i contributi diventano proprietà di Yahoo.

4.1.7 SchoolTool

SchoolTool è una soluzione groupware libera, open source per un uso nelle scuole primarie e secondarie. E' stata creata con l'aiuto della Shuttleworth Foundation (che sponsorizza anche Ubuntu). Leggete queste istruzioni alla installazione.

4.2 Groupware Clients

Molte soluzioni groupware hanno connettori per l'interfacciamento con clients come Kontact/KMail e Mozilla Thunderbird (o SeaMonkey).

4.2.1 Kontact Personal Information Manager

Il Kontact Personal Information Manager, incluso in Ubuntu di default, si interfaccia con molti server di groupware.

4.2.2 KDE Groupware Wizard

Kubuntu fornisce un wizard (script) per aiutare i clients (come Kontact/Kmail) a connettersi con server groupware. Sono supportati i server groupware Kolab, eGroupware, SUSE Linux Openexchange e Novell Groupwise.

4.2.3 Yahoo!zimbra Desktop in Ubuntu 8.04

Zimbra Desktop è un desktop che collabora con i server Zimbra. Per maggiori informazioni leggete la Yahoo!zimbra Desktop Installation Guide.

5. Wiki software

Il Wiki software consente di organizzare un manuale che può essere modificato da numerosi collaboratori. Wikipedia è l'esempio più conosciuto.

5.1 MediaWiki

MediaWiki è il software per server libero e open source che usa Wikipedia. È scalabile per esteso impiego. Funziona su server LAMP (che usano database MySQL ed è disponibile come una opzione di installazione con i server (K)ubuntu, o può essere usato con database postgreSQL. Istruzioni di installazione sono qui. Leggete anche questi suggerimenti (in inglese). Installare (version 1.13) da repositories:

sudo apt-get install mediawiki

  • Modificate il file di configurazione in modo che riconosca MediaWiki:

    sudo nano /etc/mediawiki/apache.conf

    Decommentate (rimuovete il #) la linea:

    Alias /mediawiki /var/lib/mediawiki

  • Riavviate apache2:

    sudo /etc/init.d/apache2 restart

  • Avviate/Installate MediaWiki facendo il logging:

    http://localhost/mediawiki

    Sarete pronti per le variabili di configurazione da impostare. Importante è l'utente/password di MySQL. Occorre ricordare la password da superutente MySQL che avete configurato alla installazione di LAMP (o MySQL).
  • Copiate i file della vostra configurazione locale in /etc/mediawiki (e fare un backup dell'originale):

    sudo cp /var/lib/mediawiki/config/LocalSettings.php /etc/mediawiki
    sudo mv /var/lib/mediawiki/config/LocalSettings.php /var/lib/mediawiki/config/LocalSettings_at_Installare.php

    Modificate le variabili di configurazione qui:

    sudo kate /etc/mediawiki/LocalSettings.php

  • Se state usando un server di host virtuale, create un link simbolico (chiamato in questo esempio mywiki) dalla vostra cartella di installazione /usr/share/mediawiki alla cartella /var/www:

    sudo ln -s /usr/share/mediawiki /var/www/mywiki

Quindi assicuratevi di avere il file di configurazione dell'host virtuale apache2 (in /etc/apache2/sites-available) che punti a /var/www/mywiki come DocumentRoot. Create un link simbolico dal vostro file di configurazione dell'host virtuale in /etc/apache2/sites-available in /etc/apache2/sites-enabled per abilitarlo. Riavviate apache2 dopo avere abilitato il sito. (Attenzione: MediaWiki non è sicuro e può facilmente essere alterato da nuovi utenti. Non pubblicate il vostro wiki su Internet prima di aver letto tutte le istruzioni e cambiato il file di configurazione (LocalSettings.php) fino a che non sia maggiormente sicuro.) Potrete accedere al database presso:

http://my.virtualwikihost.org

5.2 Twiki

Twiki è un motore wiki open source usato internamente da molte piccole e medie compagnie. Ha un team molto produttivo e plugins multipli. Leggete le istruzioni all'installazione nel sito. Installare:

sudo apt-get install twiki

5.3 Moin Moin

Moin Moin è un software wiki libero, open source (con licenza GPL) scritto usando Python, con una ampia comunità di utenti, compresi i wiki di Apache, Debian e Ubuntu. Leggete queste istruzioni alla installazione in Ubuntu. Installare:

sudo apt-get install python-moinmoin

5.4 TiddlyWiki

TiddlyWiki iè un wiki personale open source. E' l'ideale per creare un elenco delle cose da fare, per prendere delle note o come strumento collaborativo per un piccolo team. È un singolo file HTML che può risiedere nel vostro computer o che può essere caricato su un server web e usato come un semplice sito. E' sviluppato usando il browser Firefox come una interfaccia. Le istruzioni per l'installazione sono sul sito.

6. Sviluppo

6.1 Kompozer Web Development Editor

Kompozer è un sistema di web authoring basato su Gecko che combina la modifica di pagine web con la gestione di file web in maniera WYSIWYG. Supporta XML, CSS e JavaScript in una architettura XUL.
Installare

sudo apt-get install kompozer

6.2 Quanta Plus (Web IDE)

Quanta Plus è un ambiente di sviluppo integrato con il desktop KDE. Consente lo sviluppo di pagine web, disegno di database e disegno e scripting XML, per esempio, usando strumenti multipli di sviluppo.
Installare:

sudo apt-get install quanta kompare kxsldbg cervisia

6.3 Netbeans IDE

Netbeans è un ambiente di sviluppo integrato open-source usato per creare applicazioni che usano Ajax, Ruby, pHp, Groovy, Java, Javascript, C++ ed altri strumenti di scripting.
Installare:

sudo apt-get install netbeans

6.4 BlueFish Web Development Editor

BlueFish è un editor basato su GTK (Gnome-oriented) per realizzare siti web, scripts e codice di programmazione. Supporta perl, Python, pHp, CSS, XML, Java, Javascript, C, SQL ed altri formati.
Installare:

sudo apt-get install bluefish

Precedente | Indice | Successiva

Torna in alto