*Guida a CrunchBang - Partizionamento

Il Partizionamento

L'installazione di un qualsiasi sistema Linux prevede che il disco fisso del computer sia partizionato, ovvero che venga suddiviso in settori che accolgano le componenti del sistema installato e che rendano ottimale l'uso di un sistema Linux. Anche CrunchBang prevede, per la sua installazione, che il disco fisso sia partizionato a dovere.

Idealmente sono sufficienti/obbligatorie due partizioni :
- Partizione di Root, nella quale viene insediato il sistema e il suo ile system
- Partizione di Swap, nella quale transitano i dati in aiuto alla memoria RAM
Tuttavia è possibile procedere ad un partizionamento più efficiente e utile :
- Partizione di Root
- Partizione /home, nella quale custodire i file di configurazione e personalizzazione, nonché i file propri dell'utente (documenti, film, musica, disegni ed altro)
- Partizione di Swap
Il primo tipo di partizionamento è anche quello più semplice da eseguire, ma è quello che, in caso di reinstallazione o di cambiamento di sistema operativo, comporta automaticamente la completa distruzione dei dati, delle personalizzazioni e dei documenti.
Il secondo tipo di partizionamento è un pochino più complesso da fare, ma permette di avere in una partizione a parte tutte quelle cose che non si vogliono rifare/reinstallare in futuro.

1. Strumenti per il partizionamento

CrunchBang mette a disposizione uno strumento molto efficace per il partizionamento del disco fisso: GParted
È uno strumento con interfaccia grafica che ha le capacità di gestire le partizioni del disco potendone modificare le dimensioni e il file system interno. È uno strumento ideale per principianti.

1.1 Partizionare il disco fisso con GParted

In CrunchBang Live, GParted lo si può lanciare in qualità di Amministratore, quindi si deve aprire il Terminale (Menu principale → Terminale) e si digita il comando:
sudo gparted
Il programma mostrerà la sua interfaccia grafica ed effettuerà una scansione delle periferiche.

1.1.1 Barra dei Menu

  • Menu 'GParted'
    Se si clicca il menu "GParted", verranno visualizzate due opzioni. Si può cliccare su "Rileva dispositivi" per aggiornare la visualizzazione delle periferiche del sistema.
    Oppure si clicca su "Dispositivi" per scegliere l'hard disk sul quale si vogliono modificare le partizioni.
    Questo è utile se si ha più di un hard disk, oppure se si vuole partizionare dei dischi esterni come una chiavetta USB.
    Occorre fare molta attenzione a non fare errori di identificazione, in quanto una volta messo in azione, GParted potrebbe cancellare ogni contenuto dell'hard disk o della partizione erroneamente scelti.

    L'interfaccia di GParted
    Fig. 6 - L'interfaccia di GParted

  • Menu Modifica
    Il menu Modifica ha tre funzioni in grigio che potrebbero risultare cruciali:
    • Annulla l'ultima operazione
    • Applica tutte le operazioni
    • Cancella tutte le operazioni
  • Menu Visualizza
    Che a sua volta contiene le voci
    • Informazioni sul dispositivo
      Il pannello "Informazioni sul dispositivo" visualizza i dettagli riguardo all'hard disk come Modello, Dimensione, ecc. (Fig.7) Questo pannello è più utile in un sistema con vari hard disk dove l'informazione viene utilizzata per confermare che l'hard disk che si sta esaminando è quello giusto.

      Situazione del dispositivo selezionato
      Fig. 7 - Situazione del dispositivo selezionato

    • Operazioni in sospeso
      Nella barra di stato, posta in basso, viene visualizzata una lista di operazioni in sospeso (operations pending). L'informazione è utile dal momento che fornisce una indicazione di diverse operazioni in sospeso.
  • Menu Dispositivo
    Il menu "Dispositivo" permette di inserire una etichetta al disco e se quella corrente è inappropriata, può essere cambiata utilizzando questa opzione.
  • Menu Partizione
    Questo menu è di estrema importanza. Permette di fare operazioni multiple, alcune delle quali sono pericolose:
    • Elimina
      viene selezionato se si vuole cancellare una partizione. Per eseguire la cancellazione si deve prima selezionare la partizione.
    • Ridimensiona/Sposta
      permette di ridimensionare le partizioni.

1.1.2 Creare una nuova partizione

Nella barra degli strumenti, il pulsante Nuovo consente di creare una nuova partizione, se è già stata selezionata una zona non allocata (Fig.8). Compare una nuova finestra che permette di scegliere la dimensione voluta, se la partizione deve essere Primaria, Estesa o Logica ed infine il tipo di filesystem.

Creare una nuova partizione
Fig. 8 - Creare una nuova partizione

In caso si sia commesso un errore si può utilizzare il pulsante Cancella per eliminare la partizione scelta oppure se non si è ancora applicato l'operazione si può utilizzare il pulsante Annulla.

1.1.3 Ridimensiona/Sposta

Quando si vuole ridimensionare una partizione selezionata (Fig.9), premere il pulsante "Ridimensiona/Sposta" e compare subito una nuova finestra. Utilizzare il mouse per ridurre (oppure aumentare) la partizione o se si preferisce, utilizzare le frecce.

Mobilizzare e/o ridimensionare una partizione
Fig. 9 - Mobilizzare e/o ridimensionare una partizione

Dopo che è stato dato il comando "Ridimensiona", occorre cliccare su "Applica" altrimenti nessuna operazione viene effettuata sull'hard disk.
A questo punto le operazioni prendono il via (Fig.10) e una nuova finestra mostra la progressione di queste operazioni. La durata delle operazioni dipende dalla nuova dimensione della partizione.

Operazione in corso
Fig. 10 - Operazione in corso

IMPORTANTE!
Dopo aver modificato la tabella delle partizioni, terminare la sessione e riavviare il sistema per consentire a CrunchBang di leggere nuovamente la nuova tabella delle partizioni.

1.2 Ridimensionare partizioni NTFS

Il ridimensionamento di una partizione NTFS richiede il riavvio del sistema!
NON FATE NESSUNA OPERAZIONE SU QUESTA PARTIZIONE prima del riavvio oppure avrete degli errori.

  • Dopo il riavvio in M$ Windows, il sistema mostrerà una schermata speciale e un messaggio che riguarda la consistenza del disco: 'Checking file system on c'.
  • Lasciate eseguire l'AUTOCHK perchè NT ha bisogno di controllare il proprio file system dopo l'operazione di ridimensionamento.
  • Alla fine del processo il computer si ravvierà automaticamente per la seconda volta. Ciò assicura che le cose funzionino perfettamente.
  • Dopo il riavvio Windows XP sarà a posto, ma aspettate che il sistema finisca di avviarsi, cioè fino alla finestra di autenticazione degli utenti!

2. Raccomandazioni

In linea generale si raccomanda di riservare al sistema CrunchBang uno spazio di almeno 10 GB sul disco fisso. Questo spazio verrà occupato dal sistema in se, dai programmi nuovi che verranno installati dall'utente e dai file che l'utente inserisce nel sistema (documenti, musica, film, ecc.).
Naturalmente più è lo spazio disponibile, più sono i contenuti che possono essere inseriti e modificati.

Per quanto riguarda lo spazio da riservare alla memoria Swap, si può far riferimento ad un vecchio assunto, che afferma che la Swap deve essere almeno il doppio della memoria RAM disponibile. Tuttavia questo era vero quando la RAM disponibile era molto limitata (64/128 MB), ma ora nei moderni PC la memoria RAM è ben oltre il sufficiente e si può affermare che lo spazio da riservare alla Swap non dovrebbe essere superiore ad 1 GB.

1. La documentazione completa di GParted, completa anche riguardo al copiare le partizioni, si trova su sito di GParted Alcune parti di questa sezione riguardante il partizionamento, sono state redatte sulla base dell'ottimo Manuale di SIDUX che potrete consultare presso questo URL.
2. È disponibile una ampissima Guida all'uso di GParted a cui rimandiamo il lettore per la lettura di molte informazioni al riguardo.

Precedente | Indice | Successiva

Torna in alto