*Guida a liveVoyager 12.04 - Tips e Tricks

Tips e Tricks

1. Arrestare un processo
La maggior parte degli utenti Windows conoscono l'utilità della combinazione dei tasti Ctrl + Alt + Canc quando hanno a che fare con una applicazione ostinata. Si dice che un programma non risponde quando non è influenzabile da nessuna interazione dell'utente o quando compia azioni e funzioni non proprie. Nel mondo Windows ci sono moltissime situazioni in cui è necessario ricorrere alla combinazione Ctrl + Alt + Canc per avviare il Task Manager di Windows e consentirvi di chiudere una applicazione. Ciò accade molto più raramente nel mondo Linux, tuttavia può capitare.

La cosa buona in Linux è che mai siete costretti a ricorrere al pulsante di reset per chiudere applicazioni irresponsive. Ci sono quindi molti modi con i quali tornare ad avere il controllo senza dover ricorrere a misure estreme. In questo articolo daremo una occhiata ad alcuni dei modi con i quali potete gestire applicazioni ostinate nella vostra Linux box.

• Usare il Monitor di sistema
Primo e più importante, potete usare il familiare Monitor di sistema.

Applicazioni → sistema → Monitor di sistema

Assomiglia molto al Task manager di Windows, solo che è migliore. Non solo vi fornisce moltissime informazioni sullo stato attuale del sistema, potete usare la scheda "Processi" per osservare e controllare ogni applicazione dal comportamento improprio e scegliere se chiuderla forzatamente o fermarla. Queste due operazioni hanno significati alquanto diversi nel mondo Linux: fermare significa sospendere l'esecuzione del processo, chiudere forzatamente significa chiudere completamente l'operazione.

• Usare il comando "xkill"
Quando usate una interfaccia grafica, potete usare il comando xkill che trasforma il puntatore del vostro mouse in una potenza. Dopo aver digitato il comando "xkill", potete cliccare sulla finestra della applicazione che volete arrestare e questa verrà chiusa immediatamente in un click!
Aprite il terminale e digitate:

xkill

Un messaggio vi invita a cliccare con il mouse sulla finestra della applicazione da chiudere. Lo stesso puntatore si trasforma in una crocetta bianca.

• Usare il comando "killall"
Ultimo, ma non per importanza, c'è il comando "killall". Sembra essere terrificante, ma non chiude tutti i processi funzionanti nel sistema. È usato invece per chiudere istanze multiple dello stesso processo. Ad esempio se si hanno finestre multiple, profili multipli di firefox, usando il comando "killall", tutte le finestre e i profili verranno immediatamente chiusi.

killall opera

2. Visualizzare i files nascosti
In Thunar file manager premete:

Ctrl+ H

3. Cancellare CD-RW/DVD-RW in liveVoyager
liveVoyager è fornito di Brasero e potete usarlo per cancellare un CD-RW/DVD-RW.
Ma in caso vogliate usare una via breve per eseguire questa operazione impiegando il terminale, dovrete seguire questi semplici passaggi:
  1. Inserire il CD o il DVD nel lettore
  2. Lanciate il terminale e digitate il seguente comando:

    umount /dev/cdrom
    cdrecord dev=/dev/cdrom blank=fast

È tutto, potrete usare il vostro CD/DVD ripulito per masterizzare film o altro.
4. Tasto di espulsione nel Pannello
Procediamo ad inserire il pulsante di espulsione CD/DVD nel pannello di liveVoyager con pochi e semplici passaggi:
  1. Cliccate con il destro su una area vuota del pannello e nel menu contestuale che appare, andate sulla voce "Aggiungi nuovi elementi"
  2. Cliccate su essa e nella finestra che compare subito dopo cliccate sulla opzione "Lanciatore" e poi sul pulsante "Aggiungi"
  3. Nella finestra di dialogo successiva dovrete impostare alcuni valori.
    1. Nel campo di immissione etichettato con "Nome", digitate la parola "Espelli"
    2. Nel campo di immissione etichettato con "Descrizione", scrivete "Espulsione del disco".
    3. Per impostare l'icona, cliccate sul quadratino che indica l'icona e scegliete quella che vi piace
    4. Nel campo di immissione etichettato "Comando", digitate il comando "eject /dev/sr0" (o il percorso per il vostro lettore)
  4. Chiudete la finestra di configurazione
  5. Definite la posizione del pulsante sul pannello. Cliccate con il destro sul pulsante appena creato e poi sulla voce "Sposta" del menu contestuale
  6. Trascinate quindi il pulsante nel posto desiderato e cliccate per ancorarlo.
Ricordate che l'espulsione di un disco CD/DVD deve essere preceduta dallo smontaggio del disco stesso. Se c'è un programma che usa il CD/DVD nel lettore, l'espulsione non potrà avere luogo.
5. Aprire la finestra di dialogo da Superuser per eseguire programmi
Procediamo ad inserire il pulsante di apertura della finestra di dialogo per impartire comandi da superutente:
  1. Cliccate con il destro su una area vuota del pannello e nel menu contestuale che appare, andate sulla voce "Aggiungi nuovi elementi"
  2. Cliccate su essa e nella finestra che compare subito dopo cliccate sulla opzione "Lanciatore" e poi sul pulsante "Aggiungi"
  3. Nella finestra di dialogo successiva dovrete impostare alcuni valori.
    1. Nel campo di immissione etichettato con "Nome", digitate la parola "Gksu"
    2. Nel campo di immissione etichettato con "Descrizione", scrivete "Finestra di Root".
    3. Per impostare l'icona, cliccate sul quadratino che indica l'icona e scegliete quella che vi piace
    4. Nel campo di immissione etichettato "Comando", digitate il comando "gksu"
  4. Chiudete la finestra di configurazione
  5. Definite la posizione del pulsante sul pannello. Cliccate con il destro sul pulsante appena creato e poi sulla voce "Sposta" del menu contestuale
  6. Trascinate quindi il pulsante nel posto desiderato e cliccate per ancorarlo.
6. Installare i pacchetti rapidamente con GDebi
Si tratta di una applicazione grafica per la installazione di pacchetti che avete scaricato manualmente. Tenta di risolvere le dipendenze con il repository ed è una caratteristica molto utile. Sebbene sia conosciuto per via della sua interfaccia grafica, funziona perfettamente da linea di comando:

sudo gdebi pacchetto.deb

e conserva la capacità di risolvere le dipendenze. Basta provarlo e non sentirete più la necessità di usare ancora il comando dpkg-i.
7. I trucchi di cd
Digitando cd si torna alla propria directory / home (vale a dire l'equivalente di cd ~). Digitando cd - si passa all'ultima directory che si è richiamata prima della attuale.
8. Eliminate il disordine nel vostro disco
Avete poco spazio sul disco? Provate a digitare, nella finestra del terminale, i seguenti comandi:

sudo apt-get autoremove

e poi

sudo apt-get clean

Il primo comando rimuove qualsiasi dipendenza inutilizzata (ridondante) dal sistema.
Il secondo elimina tutti i file della cache. Entrambi sono innocui. Su un sistema che sia stato aggiornato diverse volte, utilizzando questo sistema, si potrebbe giungere a liberare più di un gigabyte di spazio. (Confrontate prima e dopo utilizzando il comando df-h.)

9. Scoprite le estensioni mancanti dei file
Vi è stato inviato un file senza l'estensione? Nessuna idea di che tipo di file sia? (Gli utenti Mac sono particolarmente colpevoli nel considerare facoltative le estensioni dei file). Provate il comando file. Basta specificare il nome del file subito dopo.
10. Creare una chiavetta USB di Voyager con Linux o Windows Xp/Vista/7
Scaricate e installate questo programma per creare una chiavetta USB di Voyager su Windows® 7. Funziona molto bene. Il link
Per Linux ecco il link
11. Aggiornare il sistema una volta installato
Seguire le istruzioni di questa pagina
12. Installare XFCE 4.10 "aggiornato" per Voyager 12.04
Visitare questa pagina in francese.
13. Ripulire il Kernel
Il parente povero di BleachBit. Si rende necessaria la installazione di questo pulitore di kernel soprattutto dopo un aggiornamento della 12.04, quando si ha un secondo kernel inutile, che occupa solo dello spazio. Kclean, il cui link al file .deb è qui
Una volta scaricato, cliccatevi sopra con il destro e poi cliccate sopra "Apri con GDebi". A script installato, la sua icona si trova in:

Menù → Sistema → kclean

14. BleachBit
Il ripulitore di Voyager che ritroverete in:

Menù → Sistema → BleachBit

usate la variante Root per le parti protette del sistema
15. Password per la sessione Live USB/DVD
Login: xubuntu
Password : (nulla)
16. Installare Dropbox
Link per la procedura e per l'abbinamento a Thunar, seguite questa guida
17. Blocco del boot in live DVD/USB
Se durante la sessione live DVD/USB, questa si blocca mostrando una schermata nera, è possibile agire usando l'opzione F6
18. Ibernazione impossibile
Anzitutto assicuratevi di poter eseguire la ibernazione. Da Terminale:

sudo pm-hibernate

Se il risultato è positivo, bene.
Altrimenti potete creare un file in modo da ibernare nuovamente con la presenza di un pulsante nel pannello. In un Terminale incollate questo comando:


sudo leafpad /etc/polkit-1/localauthority/50-local.d/com.ubuntu.enable-hibernate.pkla

Si aprirà Leafpad con un file di nome com.ubuntu.enable-hibernate.pkla. In esso incollate:

[Re-enable hibernate by default]
Identity=unix-user:*
Action=org.freedesktop.upower.hibernate
ResultActive=yes
Salvate e chiudete
19. Tastiera da azerty a qwerty
Da Terminale:

setxkbmap it

20. Tastierino numerico al login
Da Terminale:

sudo apt-get install numlockx

poi:


echo « greeter-setup-script=/usr/bin/numlockx on » | sudo tee -a /etc/lightdm/lightdm.conf

21. Conky Control
Cliccate con il destro su un'area libera del desktop e poi sulla voce "Conky Control". Nella finestrella che compare vedrete che ci sono 23 voci. La prima e l'ultima di questo elenco sono per fermare Conky. Selezionate quindi uno dei 21 Conky posti tra queste due e cliccate su OK. Questo vi da modo di provarne l'aspetto e le funzionalità. Se non vi piace selezionate "Conky-all-Stop" e premete OK.

Se vi piace il numero 7 e volete che si avvii automaticamente, seguite questi passaggi:
  1. Recatevi in:

    Menù → Impostazioni → Gestore delle Impostazioni → Sessione e Avvio

  2. Controllate che non vi sia un altro Conky selezionato per l'avvio automatico, scorrendo l'elenco delle applicazioni ad avvio automatico. Per definizione è selezionato Conky 3 (HD-Orange -3)
  3. Deselezionate questo
  4. Scorrete l'elenco, rintracciate e selezionate il Conky 7 (ConkyNotes -7)
  5. Chiudete e uscite dalla sessione
  6. Effettuate nuovamente il login e vedrete il ConkyNotes comparire sul vostro desktop al posto di HD-Orange
Se vi piace il Conky 3, ma volete aggiungere anche il Conky 2, basta selezionare entrambi.
Per modificare il singolo Conky, recatevi nella directory /home/utente/.conky, quindi aprite la cartella del vostro Conky preferito e aprite il file a suo interno con un editor di testo come Leafpad.
Fate molta attenzione. Si tratta di un file di testo e occorre sapere cosa si sta facendo, per non rovinare tutto irreparabilmente.
Potrebbe servirvi questa Guida.
22. Click destro e utilità
Se siete in Thunar potreste notare che cliccando con il destro, il menù contestuale possiede numerose voci che vi permettono di agire su file e cartelle in svariati modi, anche in considerazione della loro tipologia. Se queste azioni e utilità vi sembrano troppe, seguite questi passaggi:
  1. In Thunar cliccate sul menù "Modifica", poi cliccate su "Imposta azioni personalizzate..."
  2. Nella finestra che compare, vedrete un elenco di azioni e funzioni

    *

  3. Selezionate la funzione che non vi interessa e rimuovetela cliccando sulla crocetta rossa che viene evidenziata
  4. Chiudete e rilanciate Thunar
23. Ripristino e riparazione
Nel menù contestuale che appare cliccando con il destro sul desktop, è presente una voce molto utile e particolare, "Reperation Aide", ovvero "Aiuto al Ripristino". Se cliccate questa voce, verrà aperta una finestra nella quale compaiono molte voce. Vediamole.

  • Un ripristino per rimettere l'effetto 3D alle finestre di xfce
  • Un ripristino per il pannello di xfce
  • Una funzione per cancellare le vecchie sessioni
  • Una voce di ripristino per Voyager, per ripristinare la configurazioni essenziali e originarie di liveVoyager installate in una cartella di backup
  • Un backup di salvataggio per Firefox
  • Un ripristino per Firefox sfruttando il backup di cui sopra
  • Un ripristino per la configurazione originale di Xubuntu con il suo tema e lo sfondo di liveVoyager
  • Sensori di controllo per la temperatura
  • Recupero di file persi con testdisk
  • Riparazione delle partizioni in modalità boot; è necessario riavviare il sistema
  • Una descrizione più dettagliata delle voci incluse in questa utility. Verranno esposte nel Terminale
Sono stati aggiunti due scripts di criptazione e decrittazione Encryt e Decript per singoli file. Basta cliccare su essi con il destro e scegliere una delle due voci dal menù contestuale.
24. Test di Sicurezza
liveVoyager possiede anche due utility, avviabili con il tasto destro del mouse, che consentono di valutare la presenza di rootkit e delle porte aperte o chiuse. Sono piccole utilities che possono essere di grande utilità.

25. Startpage di Firefox

*

Firefox 12, il browser che equipaggia liveVoyager, è stato configurato per poter avere ben 9 tipi di pagine di partenza (Startpages) che contengono al loro interno tre menù:
  • Voyager - Che contiene links collegati alla distribuzione
  • Linux - Che contiene links collegati al mondo Linux in generale
  • Web - Che contiene dei links a siti e servizi presenti nella grande rete
Per poter scegliere la propria startpage preferita, lanciate Firefox e nella barra dei preferiti, cliccate sul pulsante "Startpages". Nell'elenco cliccate su una qualsiasi delle voci per vedere subito le caratteristiche di quella precisa starpage.
Per modificare i links contenuti nella startpage e mettere i vostri. Aprite un Terminale e incollate questo comando:

gksudo leafpad /startpage/0/index.html

Cambiate il numero da 0 a 9 in funzione della vostra startpage preferita, digitate la password di root e, dopo aver apportato le modifiche (occorre sapere bene quello che si sta facendo), salvate e riavviate Firefox. Aprite la vostra startpage modificata e godetevela.
26. Installazione di pacchetti impossibili
Da Terminale:

sudo apt-get install -f

Rimuovere pacchetti inutili:

sudo apt-get autoremove

Rimozione di pacchetti nella cache

sudo apt-get clean

o

sudo apt-get autoclean

Utilizzate anche BleachBit presente nel Menù principale sotto la voce "Sistema".
27. Riparare il Boot o disinstallare un Sistema Operativo
Andate in:

Menù → Sistema → Riparazione del Boot

Seguite le indicazioni indicate qui in francese.
Per disinstallare un sistema operativo, seguire indicazioni pubblicate qui
28. La webcam non funziona più con Cheese
Il sistema più diretto per tornare ad avere Cheese funzionante è di installare "guvcview", un altro programma per webcam.
Da Terminale:

sudo apt-get install guvcview

Lanciate quindi guvcview e dopo cheese, in questo modo dovrebbe funzionare nuovamente. Altrimenti impiegate guvcview
29. Problemi di hard disk esterni o altro
Potete usare gnome-disk-utility che si trova in:

Menù → Impostazioni → Gestore dischi

In esso potrete trovare diverse informazioni a proprosito dei dischi applicati al computer, comprese le chiavette USB. Potrete montarli, espellerli, formattarli, ed altro
30. Problemi di Batteria per l'ibernazione
Leggete qui (in inglese), oppure qui in francese
31. Problemi di configurazione di due monitor
Leggete questa guida (in inglese)
32. Problemi con Flash
Per questioni legate a licenze, il lettore adobe flashplayer non è installato. L'installer è per Firefox ed è rappresentato da una icona rossa sulla barra dei preferiti. Oppure potete farlo direttamente da qui (se state usando Firefox).
Attivate le repositories "restricted" (vedi questa pagina), poi cliccate sul link qui a fianco flashplugin-installer
33. Asportare le icone a lettere di AWN
Il metodo più semplice è di cliccare su ogni icona, con il destro e nel menù che ne deriva, cliccare sulla voce "Customize Icon".
Si apre una finestra che vi porta nella directory /usr/share/icons, dove sono presenti delle cartelle con le icone.
Scegliete quella che vi piace di più o quella propria dell'applicazione e cliccate su OK. Da quel momento quella sarà l'icona del lanciatore di AWN.
34. Aggiustare le Icone e il Tema
Andate nella cartella "Scaricati" della home, usando Thunar e decomprimete nella cartella ".icons" il vostro tema delle icone e nella cartella ".themes" quello di stile.
Fatto ciò si procede ad inserire i nuovi temi passando attraverso il Gestore delle impostazioni.
35. Conky: modifcare posizione/dimensioni/contenuti/colore
  1. Lanciate Thunar e vi troverete nella /home.
  2. Premete i tasti Ctrl + h affinchè vengano mostrati i file e le cartelle nascoste
  3. Cercate la directory .conky e apritela
  4. Cercate il Conky che vi interessa
  5. Scorrete il file riga per riga e trovate gli operatori gap_x e gap_y per modificare le distanze dai bordi dello schermo. Il primo rappresenta la distanza sulla linea orizzontale, il secondo sulla verticale. Impostate valori numerici in pixel.
  6. Poi andate alla riga "alignement" che indica la posizione del vostro Conky sul desktop, in basso, in alto, a destra o a sinistra
  7. Per i colori del testo bisogna usare i codici esadecimali. Recatevi presso questa pagina per scoprire quale codice hanno i colori che più vi interessano.
Osservate il codice di questo Conky:

# écart avec le bord x=gauche ou droit y= haut ou bas
gap_x 5
gap_y 15

# Taille
minimum_size 180 100
maximum_width 180

# positon
#alignment top_right
#alignment top_right
alignment bottom_left
#alignment bottom_right
#alignment none

# Couleurs
default_color FFFFFF
color1 DDDDDD
color2 AAAAAA
color3 888888
color4 EF5A29
color5 ED6E21
color6 575652

Se volete cambiare le dimensioni del vostro Conky, dovrete agire su questi parametri

# Taille
minimum_size 180 100
maximum_width 180

Ricordate di salvare ogni volta che apportate una modifca, poi osservate il vostro Conky. Fate delle prove, mantenendo sempre aperto il file. Ad ogni nuova modifica salvata, Conky si ricarica automaticamente.
36. Minitube video che si blocca
Per coloro che hanno problemi di visione dei video in Minitube su processore a 64 Bit, potrebbero scaricare e installare questo pacchetto attraverso il Terminale:

sudo apt-get install phonon-backend-vlc

37. Gli alias nel Terminale
E' possibile sveltire e snellire l'uso del Terminale, applicando a dei comandi un breve nome, per cui anziché:

sudo apt-get install

potete digitare solo:

installa

Questi comandi brevi si chiamano "alias". ecco la lista di quelli integrati di default
  • alias sl= 'sudo gedit /etc/apt/sources.list'
  • alias install='sudo apt-get install'
  • alias reinstall='sudo apt-get install -reinstall'
  • alias finstall='sudo apt-get -f install'
  • alias update='sudo apt-get update'
  • alias upgrade='sudo apt-get dist-upgrade'
  • alias dupgrade='sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade'
  • alias agi='sudo apt-get install'
  • alias agu='sudo apt-get update'
  • alias agg='sudo apt-get dist-upgrade'
  • alias agug='sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade'
  • alias remove='sudo apt-get remove'
  • alias autoremove='sudo apt-get autoremove'
  • alias purge='sudo apt-get remove -purge'
  • alias agp='sudo apt-get autoremove -purge'
  • alias agar='sudo apt-get autoremove'
  • alias add='sudo add-apt-repository'
  • alias search='apt-cache search'
  • alias clean='sudo apt-get clean'
  • alias autoclean='sudo apt-get autoclean'
38. Disattivare la sospensione dello schermo durante un film
Si può usare la applet Caffeine, che si trova in:

Menù → Impostazioni → Caffeine

39. Problemi audio con pulseaudio
I problemi audio si possono in parte risolvere con la rimozione del file .pulse nella home, che ripristinerà una nuova configurazione al riavvio successivo. Da Terminale:

rm -R ~/.pulse/*

Riavviare il sistema
40. Jupiter
Per quanto riguarda jupiter, occorre sapere che è un programma che non funziona su tutte le macchine. Una delle cose che si possono fare è di rimuoverlo e reinstallarlo:

purge jupiter

e poi

install jupiter

Eventualmente dovrete rimuoverlo definitivamente
41. MiniTube Crash
Mintube e il decoder gstreamer0.10-plugins-bad collassano e non funzionano più?
Da Terminale per installazione a 64 bit:

sudo mv /usr/lib/x86_64-linux-gnu/gstreamer-0.10/libgstvideoparsersbad.so /usr/lib/x86_64-linux-gnu/gstreamer-0.10/libgstvideoparsersbad.so.bak

Per una installazione a 32 bit:

sudo mv /usr/lib/i386-linux-gnu/gstreamer-0.10/libgstvideoparsersbad.so /usr/lib/i386-linux-gnu/gstreamer-0.10/libgstvideoparsersbad.so.bak

Torna in alto