Salta il menu
*Guida openSUSE 11.3 - Sistema

< Home >

Sistema

Questa sezione permette di influire molto profondamente sul sistema, persino all'interno del kernel, delle partizioni del disco e del bootloader. Sono configurazioni che dovrebbero essere effettuate con molta attenzione, essendo possibile il rischio di perdere l'intero uso del sistema.

1. Boot Loader

Questa sottosezione permette di configurare il Bootloader, quel programma che consente di avviare sistemi installati su un hard disk. Se avete più sistemi installati sull'hard disk e volete variarne l'ordine di elencazione, oppure volete cambiare il sistema da avviare predefinitamente, è necessario agire in questa sezione.
Si raccomanda la massima cautela possibile e molta attenzione.
openSUSE si avvale del Bootloader GRUB Legacy e la configurazione può essere eseguita anche in modo del tutto testuale, modificando il file testuale /boot/grub/menu.lst.

2. Data e Ora

Questa sottosezione consente di definire l'ora e la data.
Appena acceduti alla schermata, compare una immagine del pianeta terra dove sono indicati i fusi orari. Spostando il puntatore nelle varie aree del pianeta, vengono evidenziati i nomi delle capitali, a cui si abbina il rispettivo fuso orario. Individuato quello corretto, basta cliccarci sopra per vedere l'ora corretta al di sotto. Se questa non fosse corretta, basta cliccare sul pulsante modifica, per applicare le correzioni opportune. Al termine occorre premere OK.

3. Lingua

Questa sottosezione permette di configurare la lingua del sistema. Per farlo basta scorrere il lungo elenco di lingue supportate e selezionare quella di proprio interesse (anche più di una). Al termine cliccare su OK per abilitare il sistema all'uso della/e lingua/e indicata/e.

4. Partizionatore

Il partizionatore è uno strumento molto potente e utile a modificare l'assetto del disco interno o di altri dischi esterni. Esso crea, modifica, cancella partizioni del disco su cui va ad agire. È uno strumento drastico che, se non ben gestito può determinare la perdita di tutto il contenuto del disco o della partizione sulla quale ha agito.
Si fa raccomandazione di agire con molta cautela, tenendo presente che la partizione nella quale è installato openSUSE non può essere alterata, dato che il partizionatore agisce da openSUSE.
Non applicate modifiche a partizioni e dischi senza prima avere effettuato una copia di backup dei file contenuti al loro interno.

Questo strumento trova migliore impiego da Sessione Live, quando si desideri installare openSUSE su un disco non partizionato

5. Backup del sistema

Questo strumento permette di effettuare una copia di backup del sistema, tale per cui possa essere ripristinato in caso di necessità. Questo strumento di backup cerca i file presenti sul sistema e crea un archivio di backup corrispondente. Si tratta di uno strumento di backup molto piccolo e facile da utilizzare. Per utilizzare funzioni avanzate, ad esempio di backup incrementale, è necessario ricorrere a uno strumento professionale.
Per prima cosa è necessario creare un file con estensione .tar.gz che crei il presupposto per il backup. Per farlo basta cliccare sul pulsante "Gestione profilo" e poi sulla voce "Aggiungi". quindi si seguono le istruzioni a schermo indicando i file aggiuntivi da includere nel backup.
Poi si clicca sul pulsante "Crea copia di backup" per avviare il processo di backup vero e proprio. Questo potrebbe durare anche alcuni minuti, in relazione al volume di file da elaborare. Al termine nella finestra principale viene indicata la conclusione del processo con la creazione di un file di backup con estensione .tar.gz ed un file di elencazione dei file archiviati, con estensione .xml.

6. Ripristino del sistema

Questa funzione è strettamente relativa alla precedente e permette di riavere il sistema come lo si era salvato con il Backup. È una funzione molto utile quando si siano commessi degli errori e si sia determinata una avaria dell'intero sistema operativo.
Basta avviare il processo di ripristino, indicando il file di backup creato con la funzione illustrata in precedenza. Poi è sufficiente seguire le istruzioni a schermo ed attendere il ripristino.

7. Servizi di Sistema

In questa parte viene fornito un lungo elenco dei servizi disponibili in openSUSE, non solo quelli in esecuzione, ma anche quelli al momento disattivati. È importante analizzarli attentamente, in modo da mantenere in attività quelli utili e necessari e disabilitare quelli che non sono necessari e che sprecano le risorse del sistema. Una volta individuato un servizi non desiderato, basta selezionarlo e cliccare sul pulsante "Disattiva" ed al termine cliccare su OK.

*

Suggerimento utile

Forse potrebbero interessarti anche questi argomenti:
  1. Amministrazione del Computer

Precedente | Indice | Successiva

Torna in alto