Salta il menu
*Guida openSUSE 11.3 - Per utenti Windows

< Home >

openSUSE per utenti Windows

Passare da un ambiente di lavoro come Windows ad uno come openSUSE, potrebbe rappresentare una esperienza interessante o deludente, a seconda di come avviene questo passaggio. Per gli utenti Windows, openSUSE potrebbe essere la soluzione chiave per arricchire le proprie conoscenze informatiche, ma è richiesta una dote fondamentale: la volontà di cambiare.
Cambiare non solo il sistema operativo, peraltro non strettamente necessario, ma soprattutto cambiare il proprio modo di usare il PC.
A diversità di Windows, che si trova preinstallato nella stragrande maggioranza dei computer venduti in tutto il mondo - imponendo il suo impiego a chi acquista tali macchine, openSUSE è un sistema operativo che non è preinstallato su alcun computer e va scaricato da internet, installato e configurato. Per completare tutte queste funzioni è necessario un minimo di impegno, altrimenti openSUSE non può offrire nulla.

Come riuscire a godere di openSUSE, dipende anche e principalmente da cosa ci si aspetta da esso.
Se si vuole che openSUSE sia esattamente come Windows, la delusione è pressoché immediata. openSUSE è stato prodotto ed è usato da persone che vogliono semplicemente essere diverse, che hanno una visione differente di un sistema operativo. È proprio questa differenza che fa di openSUSE un sistema così speciale e diverso.
Gli utenti Linux sono largamente ignorati e talora disprezzati dalle grandi compagnie. Effettuare il passaggio a Linux, può significare che molte cose sugli scaffali dei venditori di software/hardware, non vi riguarderanno in ogni caso.
Gli utenti di openSUSE, comunque, percepiscono ugualmente il senso della comunità, usando il numerosissimo software libero disponibile in internet.
Usare openSUSE vi renderà inevitabilmente coinvolti nella diffusione della libertà riguardante l'informatica e infastiditi dalla visione che hanno le grandi compagnie riguardo a questa.
Divertitevi! Non abbiate paura riguardo a spyware, virus, registrazione di programmi, demo che scadono, o di cercare software veramente libero, che vi faccia usare il computer in modo veramente e godibile.

Leggete le seguenti note per capire come fare ad affiancare al vostro sistema Windows, un sistema divertente, potente e amichevole come openSUSE.

1. Come provare openSUSE e cosa osservare

openSUSE è un sistema operativo Linux che può essere provato senza che sia richiesta la sua installazione. Effettuare questa prova, si dice provare openSUSE in Live, ovvero dal vivo. Questa prova consentirà di controllare aspetto e dotazioni del sistema, senza intaccare l'installazione presente nel computer. Ciò è possibile grazie a degli scripts che permettono a openSUSE di avviarsi e funzionare dal supporto fisico nel quale è inserito, sia esso un CD, un DVD od una chiavetta USB. Al termine della prova, basta spegnere il sistema ed estrarre il supporto con openSUSE e riavviare il PC per usare Windows, senza che questo sia stato minimamente intaccato.
Per farlo basta scaricare l'immagine ISO dal seguente link:
http://software.opensuse.org/
Dato che si tratta di un file di quasi 700 MB, è bene avere una connessione a banda larga.

Una volta completato il download, si procede a masterizzare l'immagine scaricata e per farlo bisogna disporre di un programma di masterizzazione. È necessario che tale programma abbia la funzione di masterizzazione di immagini (Nero Burning ne è sicuramente fornito). Quindi si procede alla masterizzazione come immagine e NON come file. Occorre altresì impostare la velocità di masterizzazione alla minore possibile (4x od 8x) ed evitare di usare il PC per non creare condizioni che possano influire sul processo di masterizzazione.
Quando è tutto completato ed il disco è stato espulso dal lettore, occorre etichettarlo e poi riavviare il PC con il disco all'interno del lettore. È necessario che il PC si avvii dal lettore CD.

Una volta accertato che il PC si avvii da CD, basta riavviare il PC con il CD di openSUSE nel lettore apposito e attendere che compaia la schermata di boot di openSUSE. In genere è sufficiente attendere dieci secondi per vedere il sistema partire spontaneamente.

openSUSE è un sistema operativo Live in grado di funzionare su un vastissimo numero di macchine e di hardware, ma non su tutti quelli disponibili sul mercato. Per questo la funzione live consente di effettuare delle prove per valutare se la macchina, in possesso dell'utente, sia in grado di ricevere il sistema Linux.
Avviando openSUSE in sessione live è possibile controllare se la scheda madre, se il processore, se la memoria RAM, se la scheda grafica, se la scheda di rete, se le schede wifi e se le varie periferiche siano supportati dal sistema stesso.
Se il sistema mostra la scrivania alla corretta risoluzione dello schermo, significa che scheda madre, processore, RAM e scheda grafica sono stati adeguatamente riconosciuti e configurati.
Se avviando un programma di riproduzione musicale si percepiscono correttamente i suoni, significa che la scheda audio è stata adeguatamente riconosciuta e configurata (per effettuare una prova adeguata, è opportuno inserire una chiavetta USB con alcuni brani musicali, in una presa USB del computer e avviare il riproduttore multimediale per ascoltare i brani inclusi nella chiavetta USB. Se la riproduzione va a buon fine, si avrà la sicurezza di avere una scheda audio e il controller USB supportati).
openSUSE live permette anche di avviare una connessione ADSL, analogica, o wifi ed anche una connessione con dispositivi mobili (modem UMTS/HSDPA). Basta effettuare un tentativo per sapere se la scheda di rete è supportata. In genere una connessione ADSL con modem Ethernet è sempre supportata, mentre l'uso di modem USB può spesso risultare difficoltoso. Le connessioni wifi possono presentare raramente delle difficoltà.

openSUSE Live è un sistema operativo riccamente dotato di software e dall'aspetto moderno e bello. Tuttavia l'utente potrebbe essere alla ricerca di un sistema con altro software e con un aspetto grafico diverso. Per questo avviare openSUSE in sessione Live permette di controllare se le dotazioni di software siano quelle desiderate e come fare per espanderle. A questo proposito è utile leggere la sezione dedicata alle Applicazioni.

openSUSE Live è un ottimo sistema portatile in grado di funzionare molto bene su quasi ogni tipo di computer. Quindi se si desidera lavorare in ambiente openSUSE anche su computer differenti da quello di proprietà, basta avere con se un CD di openSUSE e avviarlo sul computer che si ha a disposizione.
La sua architettura, l'ambiente grafico disponibile e una serie di ottimizzazioni, consentono al sistema di avviarsi nel giro di appena due minuti, di mettere a disposizione dell'utente ottimo software per le proprie necessità e di lasciare inalterato il PC una volta che openSUSE venga spento.
La condizione ideale per usare openSUSE Live su CD in ogni occasione e su qualsiasi macchina, è quella di avere il CD di openSUSE in abbinamento con una memoria USB contenente dati e file di cui si voglia disporre. Una volta avviato il sistema e inserita la memoria USB, si potrà lavorare nel proprio ambiente preferito sui file desiderati in modo del tutto sicuro e senza lasciare traccia.
Questo modo di procedere è particolarmente indicato laddove la macchina disponibile non possa supportare l'avvio del sistema direttamente da memorie USB.

La versione Live di openSUSE, come la maggior parte dei sistemi Live, ha dei limiti che non possono essere violati.
Anzitutto il sistema Live non consente la memorizzazione delle modifiche a file e configurazioni sul supporto dal quale openSUSE si avvia (il CD).

Secondariamente la versione Live, avviandosi da CD, impone che per ogni funzione che richieda l'accesso al file system ed ai programmi, sia necessario il riavvio del CD, con innegabile rallentamento del sistema in toto. Più il programma è vasto e pesante, più il tempo di latenza si dilata. Pertanto l'avvio di un semplice editor di testi o del terminale ha un tempo di latenza notevolmente minore di quello necessario per l'avvio di un programma di grafica o di un complesso word processor.
Tutto questo decade se viene usata una installazione su chiavetta USB

Non va dimenticato, infine, che se la macchina disponibile ha un solo lettore CD-ROM, questa unità non sarà disponibile per masterizzare, ascoltare CD audio o per fare il backup di sistema, in quanto impegnata a mantenere "vivo" openSUSE.

Un utente Windows dovrebbe osservare alcune cose che possano aiutarlo a familiarizzare con openSUSE. Sarebbe infatti opportuno paragonare l'aspetto grafico del sistema. Ecco delle immagini che possono aiutare a capire che openSUSE non si discosta di molto dal normale aspetto di Windows.
  1. openSUSE e Windows XP
  2. openSUSE e Windows Vista
  3. openSUSE e Windows Seven

In tutti i sistemi è presente il pannello nella parte bassa dello schermo, in cui è inserito il menu principale, un pulsante di accesso rapido alla scrivania e alcune applet per strumenti e utilità. Il funzionamento è il medesimo e l'uso del tasto destro del mouse, permette l'accesso a diverse funzionalità.
Sarebbe inoltre importante valutare la dotazione software che è di certo più ricca di quella reperibile su sistemi Windows e per il soddisfacimento di svariate applicazioni.
In definitiva è importante che l'utente faccia delle approfondite ispezioni del sistema per valutare se esso possa soddisfare le sue richieste.

2. Come capire quali programmi usare

openSUSE, come tutti i sistemi Linux, dispone di programmi e strumenti suoi propri che possono essere disponibili anche nel mondo Windows. Viceversa openSUSE non dispone dei programmi nati e sviluppati per il mondo Windows. È del tutto inutile cercare programmi nati per Windows. È invece possibile impiegare strumenti paragonabili a quelli per Windows e l'elenco del software alternativo disponibile per openSUSE ammonta a oltre 30.000 pacchetti. È disponibile una breve panoramica del software alternativo a quello per Windows.

Per favorire l'utente nel reperire i programmi più adatti a soddisfare le sue necessità, essi sono stati divisi in categorie, tutte elencate nel menu principale:
  • Accessori - Categoria prevista anche nel menu di Windows e composta di programmi di varia utilità. Ecco di cosa dispone openSUSE in questa categoria
  • Audio e Video - Categoria nella quale sono racchiusi i programmi per ascoltare musica, vedere film, registrare suoni e altro. Ecco di cosa dispone openSUSE per questa categoria
  • Giochi - Categoria nella quale sono racchiusi solo alcuni dei tantissimi giochi per Linux. Ecco un elenco dei Giochi previsti in openSUSE
  • Grafica - Categoria dove trovare strumenti adatti al ritocco di immagini, alla loro produzione od alla semplice visualizzazione. Ecco di cosa dispone openSUSE per questa categoria
  • Internet - Categoria dedicata agli strumenti per collegarsi a internet, ai servizi ed al social networking. Ecco di cosa dispone openSUSE per questa categoria
  • Ufficio - Categoria che racchiude gli strumenti utili a produrre documenti spesso legati ad attività d'ufficio. Ecco di cosa dispone openSUSE per queste applicazioni

3. Il Pannello di Controllo

Una delle utilità tipiche di Windows è il Pannello di Controllo, a cui accedono gli utenti per gestire il proprio sistema ed apportare delle modifiche a comportamento, aspetto e prestazioni. Anche openSUSE è provvisto di un comodo ed estensivo Pannello di controllo, che potete vedere nella figura sottostante.

*

Per raggiungere il Pannello di controllo, seguite questo percorso:

Menù → Computer → YaST

Come potete vedere il pannello è diviso in due colonne, quella a sinistra mostra i collegamenti alle varie sezioni, mentre nella colonna destra ci sono le sezioni vere e proprie. È anche presente un campo di immissione per inserire il termine da cercare.
Da questo pannello è possibile governare l'intero sistema.

4. Installare e rimuovere i programmi

Installare nuovi programmi in openSUSE è veramente una cosa facile e, soprattutto, sicura.
È necessario sapere che per il mondo Linux non esistono i file .exe. Non è quindi necessario cercare alcunché in siti inaffidabili o francamente pericolosi. Tutto è affidato a repositories, luoghi mantenuti e controllati dai progettisti di openSUSE e dalla comunità, dove vengono conservati pacchetti che compongono un programma. Un programma come il player musicale Audacious, per esempio, è composto dal pacchetto principale e da altri piccoli pacchetti rappresentati da librerie condivise e plugin. Ciò fa si che installare il programma richieda solo il minimo indispensabile. Come detto dianzi, non dovete cercare voi il programma, ma uno strumento già installato in openSUSE e che si chiama "YaST2". Per lanciarlo basta seguire il percorso:

Menù → Computer → Installa/Rimuovi Software

*

Una descrizione dettagliata dell'uso di questo strumento è disponibile in questa pagina.
Con questo sistema si ha la totale sicurezza di avere sempre software aggiornato, sicuro, stabile e privo di malware.

Per rimuovere i programmi si impiega ancora una volta il Gestore del Software, come descritto in questa pagina e del programma non rimarrà traccia (escludendo i file di configurazione).

5. Amministrazione del sistema

openSUSE, a diversità di Windows, non consente a tutti gli utenti di fare ogni cosa, mettendo a rischio il sistema stesso e il suo ordine interno. Alcuni utenti sono abilitati a usare il sistema, altri utenti sono abilitati ad usare e modificare il sistema. È molto importante comprendere questa suddivisione.
Al momento della installazione di openSUSE, viene definito un utente in grado di usare il sistema, senza avere la possibilità di alterarlo, e viene creato un utente in grado invece di influire sull'intero sistema; questo utente si chiama amministratore o root. È il solo a poter installare i programmi, ad aggiungere altri utenti, a modificare connessioni e reti ed a svolgere funzioni che alterano il sistema. Quando l'utente normale tenta di installare un programma, gli viene chiesta la password di root; se la conosce o è egli stesso l'amministratore, potrà eseguire la funzione, altrimenti non potrà farlo.
Questa suddivisione è un metodo molto efficace per tenere al sicuro il sistema ed una delle ragioni per le quali i virus ed il malware non può penetrare e creare danni.
Naturalmente si presume che l'utente root sappia cosa sta facendo, quando agisce sul sistema.

6. Riordino del sistema

In linea generale openSUSE è un sistema operativo che si occupa autonomamente di mantenersi in ordine. Non è richiesta la deframmentazione, né lo scandisk e solo raramente è richiesta la pulizia del disco. Generalmente se non si effettua un numero elevato di installazioni e rimozioni di programmi, il sistema rimane in ordine e il file system rimane leggero e ben architettato.

7. Virus e Antivirus

Uno dei vantaggi più importanti, forse cruciali, nell'uso di openSUSE è la pressoché totale assenza di virus ed altro software malvagio. Il sistema è quasi del tutto immune da attacchi malevoli e non è necessaria la installazione di antivirus, il che porta a risparmiare spazio su disco, a risparmiare prestazioni del sistema, a mantenere efficiente ed efficace il sistema, a vivere serenamente la propria esperienza sul web. I normali virus per Windows non funzionano su Linux, per cui l'apertura accidentale di mail infette, non porterà alcuna conseguenza al sistema.

Alcuni autori ritengono utile installare comunque un antivirus, non per proteggere openSUSE, ma per proteggere gli utenti Windows da virus transitati su openSUSE, attraverso una mail girata a vari componenti di una rete di computer. Un buon antivirus per openSUSE può essere ClamAV, disponibile attraverso il Gestore del Software.

8. Compatibilità dei dati e dei file

Uno dei maggiori problemi che possono incontrare gli utenti Windows nel passaggio a sistemi Linux, è la compatibilità dei propri file prodotti su Windows, con strumenti parigrado disponibili su openSUSE. Principalmente il problema è dato dal formato chiuso e proprietario adottato da Windows, per costringere gli utenti ad usare prodotti Microsoft. Fortunatamente ci sono dei formati universali che consentono di salvare il proprio lavoro, su Windows, in quei formati e poterlo poi rielaborare e usare su openSUSE usando lo stesso formato.

Si fa viva raccomandazione di effettuare prima delle prove in seduta Live e controllare che il sistema offra i vostri file nel modo da voi impostato. Non agite sui vostri file senza prima averne creata una copia di salvataggio.

9. Problemi noti

I problemi noti al mondo Linux in generale ed a openSUSE, sono pochi, ma presenti e talora fastidiosi:

  • drivers hardware - Purtroppo l'hardware prodotto e disponibile non è del tutto supportato da openSUSE.
    Sebbene siano ormai pochi i dispositivi ad avere dei problemi con Linux, alcuni di essi non funzionano su Linux, per il semplice fatto che i produttori di hardware non rilasciano i drivers per Linux e non rilasciano nemmeno i codici sorgente dei medesimi. Ciò accade in modo particolare per dispositivi di ultima generazione, o per dispositivi esotici. Purtroppo in assenza di drivers i dispositivi non funzionano e per questo è disponibile la seduta Live di openSUSE, che consente di effettuare dei test e stabilire cosa non funziona.
    È bene quindi procedere alla prova di tutti i dispositivi che si vogliono collegare al computer, PRIMA di installare openSUSE. Se in seduta Live funzionano, significa che sono supportati, altrimenti è necessario effettuare delle ricerche per scoprire se sia stata trovata una soluzione adeguata.
    Particolare attenzione deve essere fatta al momento di acquistare hardware e informarsi adeguatamente.
  • software a grande diffusione - Il software creato per Windows funziona SOLO su Windows, il software creato per Linux (open source) funziona su Linux, ma ANCHE spesso su Windows. È del tutto inutile sperare di trovare Adobe Photoshop per Linux, in quanto Adobe Photoshop è software a codice chiuso, proprietario e non replicabile. Questo perché Adobe non ritiene che Linux sia un mercato interessante. La stessa cosa vale per molti altri software famosi nati per Windows.
    È possibile far girare software di Windows su Linux attraverso degli accorgimenti, come WINE, tuttavia si tratta di un software che per far girare software per Windows, richiede molto impegno da parte del computer e tende a rallentarne le prestazioni.
    Se si vuole usare solo software per Windows, openSUSE non ha alcuna utilità.
  • giochi - Giocare con Linux è possibile, ma non appetibile. Sebbene le cose stiano lentamente cambiando, la stragrande maggioranza dei giochi viene prodotta per Windows e pochissimi sono i giochi complessi e parigrado, disponibili per Linux. Le ragioni risiedono nel fatto che le compagnie che producono videogiochi, non vedono in Linux un mercato fiorente e non rilasciano alcuna versione adatta a Linux.
    Giocare con i giochi di Windows è possibile, ma a costo di un grave impegno del computer e di prestazioni non esaltanti.
  • editing video - Produrre, modificare e registrare filmati con Linux è possibile, largamente in fase di ottimizzazione, ma attualmente non esiste un vero e proprio software professionale e di alto livello come quello disponibile per Windows. Ci sono valide alternative, ma nessuna racchiude una suite completa di applicazioni che possano essere impiegate in ambito professionale.

10. Risorse e aiuti online

Potete trovare validi aiuti all'uso della vostra distribuzione openSUSE, visitando questi siti e forum:

*

Suggerimento utile

Forse potrebbero interessarti anche questi argomenti:
  1. Linux per utenti Windows
  2. Iniziare

Precedente | Indice | Successiva

Torna in alto