*Linux Guide

Trucchi per utenti esperti di Linux Mint

1. Veloci come la luce con il terminale

Potete usare delle scorciatoie da tastiera ed altri trucchi da linea di comando per inserire i comandi molto più velocemente. Dovreste già conoscere l'uso del tasto "tab" per avviare l'autocompletamento dei comandi e/o di files e cartelle.

ecco alcune altre scorciatoie da tastiera che potete usare con il terminale:

  • Ctrl-a: per spostarvi all'inizio della riga
  • Ctrl-e: per spostarvi alla fine della riga
  • Ctrl-u: cancella dal cursore all'inizio della riga
  • Ctrl-k: cancella dal cursore alla fine della riga
  • Ctrl-w: cancella dal cursore all'inizio della parola
  • Ctrl-y: incolla testo dalla clipboard
  • Ctrl-l: pulisce lo schermo lasciando l'attuale riga in alto sullo schermo
  • Ctrl-x Ctrl-u: annulla le ultime modifiche
  • Alt-r: annulla gli ultimi cambiamenti alla riga
  • Alt-Ctrl-e: espande la linea di comando
  • Ctrl-r: ricerca incrementale inversa dello storico
  • Alt-p: ricerca non-incrementale inversa dello storico
  • !!: esegue l'ultimo comando dello storico
  • !abc: esegue l'ultimo comando dello storico che inizia per abc
  • !n: esegue n comandi dello storico

2. Avviate da dove avevate lasciato

Potete fare in modo che Mint ricordi le applicazioni che avete usato nell'ultima seduta ed una volta che accediate nuovamente al sistema, queste vengano lanciate automaticamente e siate pronti a lavorare con esse.
Per fare ciò andate in

Menu -> Preferenze -> Applicazioni d'avvio

quindi recatevi nella tabellla "Opzioni" e selezionate la voce "Memorizzare automaticamente li applicazioni in esecuzione al termine della sessione".

3. Create una partizione Home separata

Le nuove versioni di Mint arrivano ogni sei mesi. Sebbene sia possibile effettuare un avanzamento di versione usando l'apposito strumento di aggiornamento, talvolta qualcosa non funziona a dovere e molti utenti preferiscono effettuare una installazione ex novo.

Lo svantaggio di questa procedura è che si perdono i dati inseriti nella directory home del vostro sistema e talvolta sono dati e configurazioni importanti. Per ovviare a questo inconveniente potete creare una directory home separata in una partizione ad essa dedicata, le cui dimensioni dipendono dalla vostre esigenze. Alla prossima installazione di Mint, basta che indichiate questa partizione come Home (scegliendo /home come mount point).
Tutti i vostri files e dati saranno preservati dopo l'ultima installazione.

4. Aggiornate e installate software per Mint senza connessione a Internet

Ci sono molti modi per fare ciò e quello più semplice è di usare APTonCD. APTonCD vi consente di creare un CD o un DVD contenente qualsiasi software vogliate (.deb), che potrete quindi installare su ogni computer che non disponga di una connessione al web.

Da notare che APTonCD richiede che abbiate una connessione a internet (o i pacchetti scaricati) per creare il media installabile. Tuttavia una volta che questo sia pronto, non avrete più necessità di una connessione a Internet per effettuare l'installazione sulle macchine desiderate. Inserite in esse il CD/DVD ed usate apt-get come fate normalmente.

5. Installate nuovi fonts, font Microsoft e miglioratene il rendering

Mint non offre molta scelta di font dopo una installazione normale. Tuttavia potete installare nuovi fonts, compresi quelli di Microsoft come Arial, Verdana, impact e molti altri. Potete usare molti siti differenti per trovare il tipo di font che cercate.

6. Usate le PPAs, Installate le ultime versioni del software

Sono molti i passaggi che deve affrontare un software prima di entrare a far parte delle repositories di Ubuntu/Mint ed essere quindi disponibili per l'installazione. Mentre alcuni di questi passaggi rendano più stabile il software, ciò significa generalmente che si tratta di software leggermente datato e non aggiornato alle ultime evoluzioni.

Se vi piace di essere all'avanguardia, potete cercare i Personal Package Archives del vostro software preferito su Launchpad ed inseriteli nelle fonti del software.
Se pensate che ci sia troppo lavoro da fare, potete sempre scaricare l'ultimo pacchetto .deb ed installarlo in due click del mouse (non vi saranno aggiornamenti automatici per software installato in questo modo).

Da ricordare che potreste incappare in qualche fastidio con queste versioni di frontiera, ma generalmente non si tratta di cose gravi. Se doveste avere questi problemi, rivolgetevi ai forum di assistenza.

7. Avviare applicazioni e giochi di Windows

Chi non vorrebbe giocare a Counter Strike su Mint o avviare Photoshop? Bene, è possibile farlo come descritto qui (in inglese).

8. Provate Desktop Environments e Desktop Managers differenti

Se state cercando qualcosa di diverso dalla solita interfaccia di Gnome, dovreste cercare i desktop managers alternativi che potete usare. Se state cercando invece un Desktop Environment vero e proprio, KDE4 ha raggiunto una usabilità di grande rilievo. Potete digitare:

sudo apt-get install kubuntu-desktop

per poter usare KDE.

9. Create un media center o un media server

Sarebbe interessante se poteste navigare e amministrare facilmente la vostra collezione di musica, video e immagini. Date una occhiata a come trasformare il vostro sistema Mint in un media center. Potete accedere alla vostra collezione multimediale sul vostro telefonino, PSP o su un computer differente se avete configurato un media server sulla vostra macchina Mint.

10. Condividere i dati del profilo di Firefox con Windows

Molta gente usa Windows e Linux sulla stessa macchina. Se siete di questi, ci sono stati momenti in cui non avete trovato gli stessi segnalibri e le stesse password configurate in Firefox, usando Windows. Controllate come condividere i dati di profilo di Firefox, tra sistemi operativi senza dovere ritornare sul web a impostarli (funziona meglio se si hanno le stesse versioni di Firefox su entrambe i sistemi). Su computers differenti potete usare Weave.

11. Adattate Nautilus alle vostre esigenze

Nautilus è il file manager di default su Ubuntu. Sebbene siate perfettamente consci di quello che fa, ci sono molte cose in più che potete fargli fare. Potete usare delle estensioni per espanderne le funzionalità e anche aggiungere funzionalità personalizzate a Nautilus.

Indice | Torna in alto