*Linux Guide

Usare Gnome Shell in Mint 12

Come noto Linux Mint 12 è la prima release di Mint in cui è stato abbandonato il vecchio Gnome 2, per abbracciare la versione successiva, la 3.
Questa nuova versione del desktop environment potrebbe causare qualche disagio in quegli utenti ormai adusi alla architettura di Gnome 2. E' mia intenzione illustrare, ai nuovi utenti, come poter godere delle dotazioni di Gnome 3 Shell, senza sacrificare produttività, tempo e divertimento.
Gli sviluppatori di Linux Mint hanno adattato Gnome 3 Shell, con alcuni accorgimenti votati a migliorare l'usabilità. Il principale di questi si chiama MGSE ovvero Mint Gnome Shell Environment.
Vediamo quindi come divertirsi con Mint 12 "Lisa".

1. Il desktop

Il desktop di Mint 12 è molto elegante, ma bisogna subito identificare le varie aree che lo compongono. Osservate la figura sottostante:

*

  1. Pulsante delle attività - Pulsante e Angolo attivo che vi da accesso alla visione panoramica della Shell. Se lo cliccate o vi recate all'angolo con il puntatore, accederete alla Shell vera e propria. Accanto ad esso è collocato il menù delle applicazioni, che visualizza l'applicazione di cui è attualmente attiva la finestra.

  2. Barra superiore - La barra orizzontale nella parte alta dello schermo; il vostro punto principale di accesso alle dotazioni della shell e di altri strumenti utili, come l'applet del volume audio, l'applet del Network Manager
  3. Barra di stato - Dove si collocano le icone di alcuni strumenti come le icone di alcune applicazioni in azione, il volume audio, il gestore delle connessioni e l'orologio

  4. Menù di stato - Dove potete cambiare lo stato della vostra messaggeria istantanea, applicare preferenze personali, uscire dalla sessione, o spegnere il computer, come potete vedere dalla figura sottostante.

  5. Menù principale - Il Menù principale + uno strumento molto importante e possiede quattro aree principali:
    1. Barra dei preferiti - Dove vengono elencati i programmi preferiti, che appaiono anche nella Shell. Basta cliccare su uno dei lanciatori e l'applicazione viene aperta
    2. Area delle categorie - Dove sono elencate le categorie del software disponibile. Basta passare con il cursore sopra una delle categorie, per vedere elencato nella colonna a fianco (3) il software relativo disponibile
    3. Area delle applicazioni - Dove vengono elencati i programmi e gli strumenti disponibili per la categoria selezionata
    4. Campo di ricerca - Dove è possibile effettuare una ricerca delle applicazioni. Digitate quello che volete (singola applicazione, categoria delle applicazioni) ed istantaneamente, viene evidenziata, nella colonna 3, l'applicazione cercata o l'elenco delle applicazioni della categoria cercata.

  6. Acceso rapido al desktop - Premendo questo pulsante, tutte le finestre aperte vengono minimizzate e si accede al desktop. Ripremendo il pulsante, si ripristinano tutte le finestre

  7. Pager - Cliccando su uno dei due pulsanti, si accede al desktop relativo. Ne sono disponibili due

  8. Vassoio dei messaggi - Dove vengono mostrate le icone di applicazioni e/o dispositivi montati.

2. La Shell

La Shell di Gnome 3 è il luogo magico dal quale gestire il proprio desktop e dal quale giungere alle sue varie parti. Per accedere alla shell ci sono tre metodi:
  1. Spostare il puntatore del mouse all'angolo superiore sinistro
  2. Cliccare sul pulsante delle attività
  3. Premere il tasto Super (o Win)
Quando si esegue una di queste azioni si viene portati nella Panoramica Shell, che vedete nella figura sotto.

In essa si distinguono quattro aree principali:
  1. Applicazioni preferite - Si tratta di un dock vero e proprio, dove vengono elencate le applicazioni preferite dall'utente. Le applicazioni elencate qui, verranno elencate anche nell'area omonima presente nel Menù principale del desktop. Il metodo più semplice per inserire una applicazione preferita è seguire questi passaggi:
    1. Digitare il nome dell'applicazione nel campo di ricerca
    2. Questo porta la shell a mostrare il lanciatore dell'applicazione nell'area centrale della scrivania
    3. Cliccateci sopra e avviate l'applicazione
    4. Tornate alla Shell e vedrete che il lanciatore dell'applicazione si trova nelle applicazioni preferite
    5. Cliccate con il destro sull'icona
    6. Nel menù contestuale cliccate sulla voce "Aggiungi ai preferiti" e il gioco è fatto
  2. Panoramica delle finestre aperte - In quest'area vengono mostrate tutte le finestre di tutte le applicazioni attive in quel preciso desktop. Se vi sono delle applicazioni aperte nell'altro desktop, non verranno elencate nell'area del primo desktop. Per poter accedere ad una delle finestre affiancate, basta cliccarci sopra. Se si passa con il puntatore del mouse sopra una delle finestre affiancate, viene mostrato il relativo pulsante di chiusura, nell'angolo superiore destro.
  3. Desktops - In quest'area sono mostrati i due desktop disponibili. Cliccandoci sopra vi si accede.
  4. Campo di ricerca - In questo campo potete digitare qualsiasi cosa, anche per effettuare ricerche online. E' uno strumento importantissimo.
Dalla Shell è possibile naturalmente accedere all'elenco di tutte le applicazioni disponibili, sia con una visione panoramica globale, sia con una visione più mirata. Potete seguire questi passaggi:
  1. Accedete alla Shell (Premete il tasto Super o Win)
  2. In essa cliccate sulla scheda "Applicazioni" e verrete spostati sulla visione panoramica globale delle applicazioni.
Qui potete notare diverse aree (vedi figura sottostante):

  1. Applicazioni preferite - Che è la stessa area descritta in precedenza.
  2. Elenco globale delle applicazioni - Dove sono elencate tutte le applicazioni installate nel sistema operativo, in ordine alfabetico. Basta scorrere l'elenco e cliccare sul lanciatore una sola volta, per lanciare l'applicazione
  3. Elenco delle categorie delle applicazioni - Dove vengono elencate tutte le gategorie di software disponibile, in ordine alfabetico. Cliccando sopra una categoria, verrà mostrato nell'area 2, l'elenco dei lanciatori delle applicazioni racchiuse in quella categoria (vedi figura sottostante), sempre in ordine alfabetico
  4. Campo di ricerca - Che è lo stesso indicato in precedenza

3. Imparare e creare le scorciatoie da tastiera per GNOME Shell

Con Gnome 3 l'uso della tastiera è quasi un dovere. Vale la pena imparare presto ad usare la tastiera ed a lasciare il mouse, per sveltire la produttività e migliorare l'usabilità. Ecco quindi una panoramica delle scorciatoie da tastiera più utili e pratiche. Partirete con l'imparare le scorciatoie che richiedono l'uso di due dita di una sola mano
  • Tasto Super(Windows): Vi verrà mostrata la panoramica delle attività o il desktop.
  • Alt+Spazio - Mostra il menù della finestra attiva, dove potrete massimizzare, minimizzare, spostare ed altro.

  • Alt+F5 - Demassimizza la finestra attiva.

  • Alt+F4 - Chiude la finestra attiva.

  • Tasto Stamp - Cattura una schermata dell'intera scrivania.

  • Alt+F2 - Mostra il prompt per impartire un comando.

  • Alt+Tab: - Passa attraverso le applicazioni. Sono disponibili le anteprime delle applicazioni con più finestre aperte. Le anteprime giungono dopo una breve attesa

  • Alt+Backslash - Passa attraverso le finestre aperte di una applicazione.

  • Super+d - Nasconde tutte le finestre.

Ora vedrete le scorciatoie che richiedono entrambe le mani:
  • Tasto Alt+Stamp - Cattura una schermata della finestra attiva.

  • Ctrl+Alt+Canc - Termina la sessione.

  • Ctrl+Alt+l - Blocca lo schermo.

  • Ctrl+Alt+t - Apre il terminale.
  • Ctrl+Alt+Freccia Su/Giu - Passa tra gli spazi di lavoro.

  • Alt+F10 - Commuta massimizzazione e minimizzazione della finestra attiva. Se la finestra è massimizzata la demassimizza e viceversa. Sono necessarie entrambe le mani.

Ora vediamo come produrre altre scorciatoie. Seguite questi passaggi.
  1. Cliccate sull'applet del Menù di stato sulla barra superiore, in alto a destra
  2. Cliccate su Impostazioni di sistema
  3. Nella finestra del Centro di Controllo, cliccate sulla voce "Tastiera"
  4. Nella finestra che compare, andate nella scheda "Scorciatoie" e dalla colonna a sinistra scegliete una qualsiasi categoria. Prenderemo ad esempio la categoria "Audio e media"
  5. Selezionate la scorciatoia "Abbassa volume" e poi cliccate sull'area "Nuova scorciatoia"
  6. Premete i tasti Ctrl+Freccia giu (o quelli che volete voi). La scorciatoia viene resa operativa all'istante
  7. Chiudete la finestra
Fate i vostri esperimenti. Ho prodotto alcune scorciatoie che ritengo utili, anche in considerazione del fatto che richiedono l'impiego di una sola mano:
  • Alt+1 - Creata nella categoria Navigazione, per passare al primo desktop. Anche se si può usare la combinazione Ctrl+Alt+Freccia su, questa può essere usata con una sola mano
  • Alt+2 - Creata nella categoria Navigazione, per passare al secondo desktop. Anche se si può usare la combinazione Ctrl+Alt+Freccia giu, questa può essere usata con una sola mano
  • Alt+F - Creata nella categoria Lanciatori, per lanciare Firefox, al posto di WWW
  • Alt+H - Creata nella categoria Lanciatori, per lanciare il file manager sulla vostra directory home
  • Ctrl+Freccia giu - Creata nella categoria Audio e media, per abbassare il volume
  • Ctrl+Freccia su - Creata nella categoria Audio e media, per alzare il volume
  • Alt+x - Creata nella categoria Audio e media, per escludere l'audio
  • Super+Freccia giu - Creata nella categoria Audio e media, per espellere un CD/DVD dal lettore
Ci sono poi delle azioni che potete fare con il mouse, come:
  • Massimizzare e dimezzare le finestre - Potete massimizzare una finestra trascinandola al bordo superiore dello schermo. Per demassimizzarla, trascinatela verso il basso. Trascinando le finestre sul bordo destro/sinistro dello schermo potete dimezzarne la larghezza.
  • Accedere alla Shell - Muovendo il puntatore del mouse all'angolo sinistro alto, potete accedere alla panoramica delle attività o accedere al desktop.

4. Avviare le applicazioni quotidiane

Se considerate scomodo accedere alla shell per lanciare i programmi, potete considerare utile l'avvio automatico delle vostre applicazioni quotidiane. Per farlo seguite questi passaggi:
  1. Andate nel menù principale
  2. Cliccate su "Altro" e poi su "Applicazioni d'avvio"
  3. Nella finestra che compare, cliccate su "Aggiungi"

  4. Nella successiva finestrella inserite il nome della applicazione nel relativo campo, poi digitate il comando che la avvia nel relativo campo e poi inserite, se volete, un commento. Cliccate poi su "aggiungi"

  5. Chiudete e riavviate il sistema

5. Trovare file e cartelle

Per trovare file e cartelle potete usare diversi metodi:
  1. Usare il file manager - Seguite questi passaggi:
    1. Lanciate il file manager Nautilus con la combinazione dei tasti Alt+h (se l'avete già configurata come illustrato in precedenza), oppure aprite il Menù principale e cliccate sul lanciatore posto nella barra dei preferiti
    2. Una volta lanciato Nautilus, premete la combinazione di tasti Ctrl+f e comparirà subito il campo di immissione contornato di giallo.

    3. Immettete il nome del file o cartella di vostro interesse e premete INVIO
    Potete usare Nautilus anche cercando singolarmente tra le varie directory.
  2. Usare finder della shell - Seguite questi passaggi:
    1. Recatevi nella Shell premendo il tasto Super (Win)
    2. Nel campo di immissione posto nella parte alta destra della schermata, immettete il nome del file o cartella di vostro interesse. Sia che si tratti di una cartella posta nel sistema, che di un file o di una parola non compresa nel sistema, compariranno due opzioni nella parte bassa dello schermo, che permettono di cercare anche nel Web, presso Google o Wikipedia. Se il file e/o cartelle sono presenti nel sistema verranno elencati nella finestra della shell e basta cliccarci sopra per aprirli.
      Se invece si vuole fare una ricerca nel web, si deve cliccare su una delle due opzioni, per vedere aprirsi il browser che si dirige presso il sito web indicato.

  3. Usare lo strumento di ricerca - Si tratta di uno strumento molto interessante che si attiva con una semplice scorciatoia della tastiera, che va configurata.
    1. Cliccate sull'applet del Menù di stato sulla barra superiore, in alto a destra
    2. Cliccate su Impostazioni di sistema
    3. Nella finestra del Centro di Controllo, cliccate sulla voce "Tastiera"
    4. Nella finestra che compare, andate nella scheda "Scorciatoie" e dalla colonna a sinistra scegliete la categoria "Lanciatori"
    5. Selezionate la scorciatoia "Cerca" e poi cliccate sull'area "Nuova scorciatoia"
    6. Premete i tasti Shift+Alt+f. La scorciatoia viene resa operativa all'istante
    7. Chiudete la finestra
    Creata la scorciatoia, usatela per veder comparire la finestra che vedete qui sotto:

    In essa immettete il nome che volete, selezionate la directory dal menù a tendina ed eventualmente impostate altre opzioni di ricerca e poi premete il tasto "Trova".

6. Anteprime dei file

Per poter vedere anteprime dei files presenti in una directory, mostrata nel file manager, basta seguire questi semplici passaggi:
  1. Cliccate sopra l'icona di un file nel file manager, per evidenziarlo
  2. Premete la barra spaziatrice
  3. Osservate o ascoltate l'anteprima
  4. Per chiudere l'anteprima, cliccare nell'angolo superiore destro della stessa anteprima

Configurare Gnome Shell

Configurare Gnome Shell in Mint 12 è semplice, data la presenza di uno strumento grafico apposito che si chiama Gnome Tweak Tool, la cui interfaccia è quella illustrata sotto.

Nella colonna a sinistra sono elencate le aree sulle quali influire, mentre alla destra sono raffigurate le configurazioni possibili.
La gran parte di queste configurazioni richiedono lo spostamento laterale di un cursore, da ON (attivo) a OFF (disabilitato) e viceversa. Fate le vostre scelte e ricordate che è necessario riavviare la Shell - premendo Alt+F2, digitando "r" (senza virgolette) e prememdo INVIO - per vedere i risultati.

8. Impostazioni di sistema

Oltre a poter configurare la Shell di Gnome 3, è possibile impostare alcune configurazioni utili del sistema in generale ed è per questo che è presente il Centro di Controllo, raggiungibile cliccando sul Menù di stato e sulla voce "Impostazioni di sistema".

Si tratta di un utile strumento per adattare Linux Mint alle vostre esigenze. Sentitevi liberi di esplorare i vari settori, ma soffermatevi particolarmente su:
  • Supporto lingue - Dopo la installazione di Mint 12, la localizzazione italiana non è completa del tutto e per poter fare in modo che il sistema si italianizzi definitivamente, è importante lanciare questa configurazione e procedere.
  • Driver aggiuntivi - Se il vostro computer ha una scheda grafica con accelerazione 3D, che richiede driver specifici, è bene installarli per godere al meglio delle bellezze grafiche di Mint. Lanciate questo strumento e procedete a seguire le indicazioni al suo interno. E' bene installare il driver raccomandato.
    Tutto questo vale anche per schede audio, modem interni ed altre strutture che richiedano driver aggiuntivi
  • Monitor - Se la risoluzione del vostro schermo non dovesse essere quella corretta, con questo strumento potrete porre rimedio.
  • Stampanti - Con questo strumento potrete configurare la vostra stampante, ma potrebbe essere necessario scaricare i driver dal sito del produttore.
  • Backup - E' sempre bene effettuare un backup del vostro sistema, in modo di metterlo al sicuro e con Deja Dup è possibile farlo, in modo semplice ed efficace.
  • Sorgenti software - Con questo strumento potrete gestire le sorgenti dalle quali scaricate e installate il software (repositories, PPA). Procedete ad usare lo strumento con accortezza.