*Linux Guide

Partizionamento manuale per Ubuntu 11.04

articolo originale

Il partizionamento avanzato del disco è disponibile per coloro che vogliono creare un set personalizzato di partizioni per la installazione di Ubuntu 11.04.
Per qualsiasi ragione voi vogliate usare lo strumento di partizionamento personalizzato avanzato, questo articolo vi fornisce una guida passo a passo, con spiegazioni dettagliate, per raggiungere la meta.

Questo tutorial presuppone che voi vogliate creare delle partizioni per una installazione unica di Ubuntu 11.04. In una installazione predefinita di Ubuntu 11.04, l'installer crea solo due partizioni; la prima per /, la directory root e la seconda per la Swap. Quando si creano le partizioni per installare un sistema Linux desktop, è raccomandabile creare le seguenti quattro partizioni:

  • /boot, la partizione di avvio. In essa vi sono i programmi fondamentali per l'avvio del sistema.
  • /, la directory root. I programmi basali usati dal sistema sono installati in questa directory.
  • Swap, uno spazio disco non formattato usato come memoria virtuale.
  • /home, la partizione dove la vostera directory home verrà collocata. Nel corso dell'uso del sistema, file e cartelle che creerete, verranno collocati qui.

Questa guida si riferisce alla creazione di partizioni con l'impiego dell'installer grafico disponibile nelle immagini ISO CD e DVD. L'installer Alternate dell'immagine ISO CD usa un installer basato su ncurses. Per ridurre il numero delle immagini, questo tutorial inizia dal passaggio in cui viene riconosciuto il disco.

In base allo stato del disco in cui andrete a fare l'installazione, la fase riguardante i metodi di partizionamento somiglieranno a quella mostrata qui sotto. Per accedere allo strumento di partizionamento avanzato, selezionate l'opzione Altro e cliccate su Avanti. (fig. 1)

Uinstall1
Fig. 1

Questa è la finestra principale dello strumento di partizionamento avanzato. Essendo una installazione singola, la prima fase consiste nella cancellazione di tutte le partizioni esistenti. Se il disco di destinazione è nuovo e non ha subito una inizializzazione, selezionatelo e cliccate il pulsante Nuova tabella delle partizioni (fig. 2).

Uinstall2
Fig. 2

Quando avete finito di cancellare le partizioni esistenti, o avete inizializzato il disco, se è necessario inizializzarlo, la finestra apparirà come mostrato in figura 3. Ora potete cominciare a creare le partizioni.

La prima partizione da montare dovrebbe essere /boot.

Selezionate lo spazio libero (Free space) e cliccate il pulsante Aggiungi (Add).

Uinstall3
Fig. 3

Questa è la finestra di creazione della partizione dello strumento di partizionamento avanzato (fig. 4). Non c'è nulla di particolarmente complicato in essa, ma se non avete mai effettuato un partizionamento in Linux, la prossima spiegazione vi può servire:
Ci sono tre tipi di partizione che potete creare con questo strumento, primaria, estesa e logica. Lo schema di partizionamento impiegato da questo strumento permette di creare un massimo di quattro partizioni primarie.
Ma cosa si può fare per creare più di quattro partizioni in questo schema? In questo caso viene in aiuto la partizione estesa. Quando create una partizione estesa, il sistema consente la creazione di un numero illimitato di partizioni all'interno di essa. Queste vengono chiamate partizioni logiche.
A parte quella che viene usata per la Swap, qualsiasi altra partizione deve essere formattata, viene alloggiata in essa un file system e quindi viene montata presso una particolare directory - il Mount point.

Uinstall4
Fig. 4

Se vi accingete ad installare Ubuntu come unico sistema nel disco, l'installer creerà la prima partizione come una partizione primaria e come prima partizione dovrebbe essere montata come /boot. Il file system predefinito per /boot in Ubuntu è ext2. Potete usare questo o ext4, il file system journaling predefinito in Ubuntu 11.04. Il numero della partizione per questa, se è la prima partizione sul disco, sarà /dev/sda1. Mentre molte distribuzioni Linux assegnano circa 500 MB di spazio disco a /boot, solo 30 MB sono normalmente affidate ad una nuova installazione di Ubuntu 11.04. Se avete poco spazio su disco, potete affidare meno di 50 MB, ma ricordate che l'uso del disco da parte di /boot crescerà con ogni avanzamento di versione.
Cliccate su OK per crearla (fig. 5).

Uinstall5
Fig. 5

Ora che /boot è stata creata, selezionate lo spazio libero e cliccate sul pulsante "Aggiungi" per creare altre partizioni (fig. 6). Ricordate che questi passaggio vanno ripetuti per tutte le partizioni.

Uinstall6
Fig. 6

La seconda partizione è per la swap. L'installer tenterà di creare una partizione logica, ma non dovete farlo. Come /boot, può essere una partizione primaria. La prima partizione logica all'interno della partizione estesa, sarà /dev/sda5. Se create questa partizione come partizione primaria, verrà nominata /dev/sda2.

Selezionate "Swap area" dal menù a discesa "Usa come". Il menù dei "Mount point" sarà disabilitato in quanto la Swap non necessita di un mount point. Una dimensione di circa 2 GB è sufficiente per la Swap. (fig.7)

Uinstall7
Fig. 7

La terza partizione sarà per /. L'installer raccomanda un minimo di 4.4 GB di spazio disco per installare Ubuntu 11.04, ma per una nuova installazione vengono occupati solo 2.3 GB. Con l'installazione di più applicazioni, lo spazio occupato aumenterà, per cui non siate avari nel dare spazio a questa partizione. Il file system predefinito per partizioni non di boot è ext4. Altre opzioni disponibili sono ext3, xfs, jfs e reiserfs.
Premete OK per creare questa partizione. (fig. 8)

Uinstall8
Fig. 8

La partizione finale sarà quella per /home. Il file system è ext4, e potete usare lo spazio rimanente. Premete OK (fig. 9)

Uinstall10
Fig. 9

Tornando alla finestra principale del partizionamento, potrete vedere tutte le partizioni appena create. Prima di cliccare sul pulsante "Installa" (fig. 10), dovete determinare dove deve essere installato GRUB, il boot loader. In una installazione unica, la miglior collocazione è quella di default - nel Master Boot Record del disco. E' possibile installarlo anche nella partizione /boot, ma non è raccomandato per questa installazione.

Uinstall11
Fig. 10

Ecco quindi illustrato come partizionare il disco usando lo strumento di partizionamento avanzato disponibile nell'installer di Ubuntu.

***

Indice | Torna in alto