*Linux Guide

Usare Ubuntu 11.10 senza Unity

Premessa

Uno dei punti di forza maggiore di Linux è la possibilità di personalizzarlo ad elevati livelli, per non parlare della sua flessibilità.
Quanto vado ad illustrare è solo un modo per avere una fresca installazione di Ubuntu 11.10 che funzioni senza Unity, nel modo in cui i vecchi utenti erano abituati. L'intera procedura richiede la installazione della modalità Gnome Fallback, con l'aggiunta di alcuni strumenti, la riconfigurazione delle notifiche di Gnome e del pannello delle applicazioni, adattando alcune configurazioni.
Come vedrete presto, verrà illustrata la produzione di un desktop del tutto simile a quello delle release precedenti a Ubuntu 11.04. Vedrete come sia facile raggiungere questo obiettivo, rincuorando tutti coloro che con Unity si sono sentiti spaesati. Potrete riavere un sistema che funziona più o meno come Ubuntu 10.10.

Installare e configurare Gnome Fallback

Ecco i passaggi da seguire
  • Lanciate l'Ubuntu Software Center cliccando sulla icona apposita nel Launcher
  • Cercate il pacchetto "gnome-session-fallback" digitandolo nel campo di ricerca

  • Installatelo e attendete che si compia tutto quanto
  • Rimanendo nell'USC, ripetete le funzioni di ricerca e installazione per i seguenti pacchetti:
    • Advanced Settings (aka gnome-tweak-tool)
    • Configuration Editor (aka gconf-editor)
    • dconf Editor (aka dconf-editor)
    • “gnome-colors”
    Dopo avere installato tutto quanto, uscite dall'Ubuntu Software Center. Lo userete più tardi
  • Effettuate il logout, andando nel menù con la ruota dentata e cliccando sulla voce Termina sessione
  • Effettuate quindi un nuovo login. Nella schermata del login cliccate sulla piccola ruota dentata che si trova a fianco del campo di immisione della password e selezionate la voce "GNOME Classic" dal menù a tendina.

  • Digitate la vostra password e premete INVIO. Dovreste trovarvi in un desktop pulito come quello presente nella immagine sottostante

  • Cliccate sul pannello superiore con il destro, tenendo premuto il tasto Alt. Noterete che potete applicare diverse configurazioni.

Configurare i pannelli

A questo punto, per ridare ai pannelli l'aspetto ormai conosciuto con Gnome 2, possiamo fare alcune cose. Cominciamo dal pannello superiore:
  • Per prima cosa spostiamo l'orologio verso l'angolo destro del pannello
    1. Cliccate con il destro sull'orologio, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Dal menù selezionate la voce "Sposta"
    3. Trascinatelo all'angolo destro del pannello e poi lasciate il pulsante del mouse
  • Aggiungete il pulsante di spegnimento alla destra dell'orologio:
    1. Cliccate sul pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Aggiungi al pannello"
    3. Scegliete il pulsante "Arresta" e premete "Applica" poi "Chiudi"
    4. Spostatelo come descritto dianzi
  • Rimuovete la widget del nome utente:
    1. Cliccate sulla widget con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Rimuovi"
  • Aggiungete un monitor di sistema
    1. Cliccate sul pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Aggiungi al pannello"
    3. Scegliete il pulsante "Monitor di sistema" e premete "Applica" poi "Chiudi"
    4. Spostatelo dove volete, come descritto dianzi
Passiamo al pannello inferiore dove:
  • Inserirete il pulsante di accesso rapido al desktop:
    1. Cliccate sul pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Aggiungi al pannello"
    3. Scegliete il pulsante "Mostra scrivania" e premete "Applica" poi "Chiudi"
    4. Spostatelo all'angolo sinistro, come descritto dianzi
  • Inserirete l'applet del cestino:
    1. Cliccate sul pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Aggiungi al pannello"
    3. Scegliete il pulsante "Cestino" e premete "Applica" poi "Chiudi"
    4. Spostatelo all'angolo destro prima del pager, come descritto dianzi

Potrete a questo punto modificare le dimensioni dei due pannelli.
Basta cliccare con il destro su ciascuno di essi, tenendo premuto il tast Alt, cliccare sulla voce "Proprietà" e impostare il valore di grandezza che volete.

Ecco come appare il mio desktop di Ubuntu 11.10 dopo le procedure illustrate:

Il mio desktop

Migliorare e personalizzare il desktop

Potete a questo punto decidere cosa fare per migliorare l'impiego del vostro desktop. Io ho applicata una specie di dock al lato sinistro dello schermo, initando l'impostazione di Unity, impostazione che trovo molto pratica e facile da usare.

  • Inserite un nuovo pannello:
    1. Cliccate su un pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Nuovo pannello"
    3. Questo viene collocato sulla destra di default
    4. Spostatelo a sinistra tenendo premuto il pulsante Alt e cliccando su esso con il destro. Scegliete la voce "Proprietà"
    5. Nella finestrella cliccate sul menù a fianco della voce "Orientamento" e selezionate "Sinistra"
    6. Cambiatene le dimensioni, indicando il numero di pixel che più vi piace. LA correzione è istantanea e la potete vedere coi vostri occhi
    7. Potete anche modificare il colore di fondo, andando nella scheda "Sfondo"
  • Inserirete i lanciatori che volete seguendo questi passaggi:
    1. Cliccate sul pannello con il destro, tenendo premuto il tasto Alt
    2. Cliccate sulla voce "Aggiungi al pannello"
    3. Scegliete il pulsante "Lanciatore applicazione..." e premete su "Avanti"
    4. Comparirà una nuova finestra che elenca tutte le voci del menù ed i sottomenù
    5. Fate le vostre scelte. Spostate i lanciatori dove volete
    6. Alla fine chiudete

Ora è un ottimo momento per provare a cambiare lo sfondo della scrivania, con l'immagine che più vi piace. Basta cliccare con il destro su una area vuota del desktop e scegliere la voce Cambia lo sfondo del desktop, nel menù contestuale. Basta cliccare sul pulsante "+" e raggiungere la directory dove si trova l'immagine che più vi piace. Un procedimento molto semplice.

Procedete quindi ad alcune altre configurazioni grafiche, come inserire le icone sul desktop:

  • Usate Advanced Settings (Menu → Altro → Advanced Settings) e fate quanto segue:
    • Selezionate la scheda Desktop ed abilitate tutte le icone del desktop (Cestino, Home, Computer, Rete ed i dispositivi montati)
    • Selezionate la scheda Tema e scegliete i vostri cursore, finestre, icone ed altro

Potete anche modificare la posizione dei pulsanti di gestione delle finestre, che in Ubuntu si trovano all'angolo superiore sinistro (come in MacOS X di Apple); se volete potete spostarle a destra come in Windows®.
Per farlo aprite l'Editor di Configurazione (Menu → Strumenti di sistema → Editor della configurazione), andate in Applicazioni→ Metacity → Generale; quindi digitate nuovo testo nei contenuti della variabile "layout pulsante", in modo da indicare i valori a
menu:minimize,maximize,close
e premete INVIO per attivarli. I pulsanti di gestione delle finestre dovrebbero comparire immediatamente.

Ora vediamo di cambiar il colore di evidenziazione arancione, tipico di Gnome in Ubuntu, per trasformarlo in blu. Per farlo aprito l'Editor dconf, che trovate in Menu → Strumenti di Sistema → dconf Editor; Andate in org → gnome → desktop → interface e trovate la riga etichettata gtk-color-scheme.
Digitate un nuovo valore per quella variabile e poi premete INVIO per attivare il tutto. Il testo enfatizzato dovrebbe essere immediatamente cambiato al nuovo valore

E' importante ricordare che dopo aver creato tutto questo e modificato tante cose, in modo che il desktop di Gnome assomigli a quello tipico di Ubuntu 10.xx e precedenti, non avete eliminato Unity dal sistema. Se effettuate un nuovo login, noterete che selezionando la voce Ubuntu, verrete portati nel desktop di Unity, con il quale sarebbe bene familiarizzare. Per poter avere il vostro Gnome Classico dovrete selezionare la voce "GNOME Classic" dall'apposito menù presente nella schermata di login.

***

Indice | Torna in alto